La Porsche continua ad incrementare la sua offerta di modelli sportivi e così, sulla scia della 911 GT3 RS e della Cayman GT4, presentate in occasione del salone dell’auto di Ginevra, il web annuncia l’arrivo di una Boxster ancora più cattiva.

Secondo i media britannici la Casa di Zuffenhausen starebbe per riproporre l’affascinante e minimalista Spyder, con una potenza innalzata fino a 375 CV. Dal punto di vista estetico, la vettura dovrebbe risultare decisamente più aggressiva, garantendo, nel contempo, una maggiore agilità per via del peso ridotto.

Tra le tante modifiche previste inoltre, l’auto dovrebbe guadagnare un telaio rivisitato, un assetto rivisto, con conseguente riduzione dell’altezza da terra, ed uno spoiler posteriore dalla conformazione simile a quello della mitica 911 2.7 RS. Sono previsti anche dei cerchi in lega specifici ed altri cambiamenti che andranno ad influire inevitabilmente sul prezzo di listino.

La presentazione della Boxster Spyder (il nome deve ancora essere confermato) è prevista nel corso dell’anno, e avverrà molto probabilmente nel mese di settembre, in occasione del salone dell’auto di Francoforte. Inoltre, sulla scia di quanto è avvenuto con la commercializzazione della Cayman GT4, la produzione dovrebbe essere limitata ad un determinato numero di esemplari, in modo da garantire l’esclusività del modello.

In molti si aspettano, come nella versione precedente, un tetto in tela minimalista, e, magari una zona posteriore contraddistinta da una copertura della capote decisamente aerodinamica. Inoltre, non sarebbero fuori luogo nemmeno le decalcomanie identificative sulla fiancata: da sempre una caratteristica delle Porsche più sportive.

Non sappiamo quando la Boxster Spyder debutterà sul mercato ma sarebbe auspicabile un suo arrivo durante la prossima primavera o, al massimo, in estate, in quanto sarà una vettura da guidare e da gustare esclusivamente con il vento tra i capelli.

Ritornerà dunque, in base alla tradizione, una Porsche in grado di riportare sulle strade il fascino inarrivabile della mitica 356 Speedster, pensata per esaltare all’ennesima potenza l’esperienza di guida delle vetture di Zuffenhausen.