La notizia è di quelle che fanno il botto: la Porsche si converte all’elettrico, sfida la Tesla e si prepara a mettere in vendita la straordinaria Mission E vista al salone di Francoforte. Così, accanto alle varie Macan, Cayenne, Boxster, Cayman, Panamera e 911, arriverà una sportiva totalmente elettrica.

Ci vorrà ancora un po’ di tempo per vederla sulle strade, visto che arriverà sul mercato per il 2020, ma l’investimento è forte, si parla di circa 1 miliardo di euro e consentirà alla Casa di Zuffenhausen di creare ulteriori 1.000 posti di lavoro, fornendo un ulteriore incentivo all’economia.

Al momento, è difficile dire come sarà l’auto che verrà prodotta in serie, visto che subirà certamente delle modifiche rispetto all’affascinante concept da salone. Magari la linea rimarrà in gran parte invariata, ma sotto pelle ci sarà qualche miglioria, visto che da qui al 2020 i motori elettrici avranno subito delle inevitabili quanto auspicabili evoluzioni.

La Mission E presentata a Francoforte, aveva una carrozzeria a 4 porte, e il suo cuore elettrico era capace di erogare ben 600 cavalli, garantendo un’autonomia di ben 500 chilometri. Tutto questo, nonostante prestazioni interessanti, da supercar, con un’accelerazione da 0 a 100 km/h coperta in 3,5 secondi.

L’aspetto interessante, almeno riguardo al concept, è che la ricarica del comparto batterie può avvenire, per l’80%, in soli 15 minuti, anche utilizzando la modalità wireless. “Stiamo risolutamente prendendo sul serio la sfida elettrica- ha spiegato Oliver Blume, Chairman of the Executive Board di Porsche AG – anche per quanto riguarda le sportive 100% green Porsche rimane fedele alla propria filosofia offrendo ai suoi clienti il modello più sportivo e tecnologicamente avanzato del segmento”.

Vedremo, alla fine del processo di sviluppo, come sarà realmente la Porsche Mission E, questo il nome che dovrebbe e potrebbe avere la vettura finale, che si annuncia decisamente competitiva anche in confronto alle sportive tradizionali.