Da James Dean a Paul Walker, dal talento cinematografico del belloccio anni ’50 a quello, tutta corsa e muscoli, del novello collega di pellicola di Vin Diesel. Di mezzo, sempre lei: la Porsche, emblema di bellezza, velocità e spregiudicatezza. Un insieme di fattori che, spesso, può risultare fatale. L’incidente che ha portato alla morte di Paul Walker, interprete al fianco del già citato Vin Diesel della serie cinematografica “Fast and Furious”, è solo uno di una lunga serie, che purtroppo ha sempre visto questi personaggi coinvolti in disastri su strada al volante, appunto, di una Porsche. Vero, Walker era solo al fianco di un suo amico, ma la sostanza non cambia: Porsche e morte, morte e Porsche.

L’auto della casa di Stoccarda, il cui capitale sociale è interamente posseduto dalla Volkswagen dal 2012, è sicuramente uno dei pezzi pregiati del mercato automobilistico; una delle auto più invidiate, richieste da chi se la può permettere e sognate da chi, invece, può al massimo collezionarne un modellino. Il tutto partì nel lontano 1953, quando la casa automobilistica presentò il prototipo della Porsche 550 Spyder, vettura che consentiva di raggiungere la velocità di 220 km/h con un’accelerazione fino a 100 km/h in 10 secondi. Un gioiellino per l’epoca, che un personaggio come James Dean non poteva non avere. Sulla cresta dell’onda in quel periodo (nel 1955 il film “Gioventù bruciata” lo aveva confermato come uno degli attori più talentuosi), ne acquistò una proprio nel 1955, rinominandola “Little Bastard”. E questa piccola bastarda fu protagonista della vita di Dean fino all’ultimo: era il 30 settembre 1955 e James e la sua Porsche 550 Spyder, lungo la Statale 46, erano diretti ad una corsa automobilistica a Salinas, California. Aveva 24 anni mentre Donald Turnupseed, l’uomo che gli tagliò la strada a bordo di una Ford Berlina, solo 23. Le due auto si scontrarono, James Dean morì sul colpo.

Ma tra la morte di James Dean e quella di Paul Walker ci sono molti altri esempi di situazioni al limite della pericolosità o spesso addirittura luttuose: Ryan Dunn, uno dei protagonisti della celebre serie di Mtv Jackass, ha perso la vita uscendo di strada con la sua Porsche nel 2011, mentre negli anni passati, per rimanere sul suolo italiano, si ricordano gli incidenti di Jerry Calà, Gianluca Pagliuca e Gianluigi Lentini. Senza conseguenze gravi, ma sempre e tutti alla guida di una Porsche. Che sia una piccola bastarda o meno, questo poco importa.