Chi l’ha detto che una supercar per pochi, pochissimi eletti, come la Porsche 918 Spyder, è destinata solamente ad utilizzo ludico? A Dubai non la pensano affatto così, e la flotta della polizia del ricco paese in questione ne è un esempio. Infatti, la vettura teutonica non è l’unica sportiva da sogno arruolata dalle forze dell’ordine.

Il garage della Polizia di Dubai annovera auto dai nomi illustri come la Lamborghini Aventador, la Bugatti Veyron e la rarissima Aston Martin One-77, tanto per citarne alcune, al punto che in molti vorrebbero vestire la divisa da quelle parti.

Chiaramente, in un paese così benestante, sono in molti a potersi permettere auto veloci, quindi è chiaro che è necessario avere vetture capaci di non sfigurare in un eventuale inseguimento, e in questo caso sarà veramente difficile seminare una Porsche da 887 CV, capace di toccare i 345 km/h, accelerando da 0 a 100 km/h in 2,6 secondi.

L’auto in questione è stata anche l’unica, recentemente, tra le supercar ibride, a dichiarare il suo tempo sul circuito del Nurburgring, autentico banco di prova per le sportive più prestigiose. La 918 Spyder ha girato sul tracciato lungo più di 20 chilometri in appena 6 minuti e 57 secondi, piazzandosi al secondo posto nella speciale classifica dedicata alle sportive omologate per la circolazione stradale, dietro alla Radical SR8 LM.

Adesso, indossa l’uniforme d’ordinanza con tanto di lampeggianti per pattugliare le strade di Dubai, lasciando senza fiato i turisti, che hanno la possibilità di osservare una di queste rare opere d’arte a 4 ruote tedesche, mentre si trova in servizio.

Certo, in molti sono abituati a pensare alla Porsche 918 Spyder che risplende sotto il sole della California o che dispensa emozioni estive sulle strade alpine, ma a Dubai hanno scelto per lei un’altra destinazione, senza dubbio in solita, ma altrettanto esotica per un’auto del suo calibro.