Non mancano le iniziative in Casa Porsche, un Brand pronto al debutto in Formula E, e già in dirittura d’arrivo per la produzione di una supercar elettrica; così al Salone di Francoforte è atteso il canto del cigno dell’attuale 911, nome in codice 991, la variante Speedster.

Si avete capito bene, quel modello che si prepara a continuare una tradizione, purtroppo alterna, che ha visto le serie 964 e 997 proporre delle roadster minimaliste realizzate sul filo conduttore della mitica 356 Speedster.

Al momento, non è chiaro quale motorizzazione possa essere celata dietro l’abitacolo ma i puristi spingono per avere un propulsore aspirato, magari derivato dalla GT3, e, soprattutto il cambio manuale, come per la 911 R.

Per il resto ci si attende una zona posteriore particolarmente filante e rastremata con le tipiche gobbe dietro l’abitacolo ed un parabrezza minimalista e ancora più affilato della variante in commercio. Tutto dovrebbe essere all’insegna del risparmio di peso, per cui l’abitacolo potrebbe essere spogliato del superfluo.

Di sicuro la vettura sarà un oggetto di culto per gli appassionati e verrà prodotta in serie limitata, quindi verrà presa di mira dai collezionisti perché il suo valore è destinato a salire molto rapidamente. D’altra parte, le antenate hanno quotazioni che definire importanti è un eufemismo.