Le auto aspirate sono sempre più rare, soprattutto tra le supersportive, ma fortunatamente la Porsche 911 GT3, recentemente sottoposta a restyling, fa eccezione, visto che riesce ancora a resistere alla seduzione della sovralimentazione. La sportiva teutonica però è sempre più affilata, e così si presenta al Nurburgring con il suo 6 cilindri boxer da 500 CV.

Il risultato è un tempo di 7’12”7: ben 12 secondi e 3 decimi in meno rispetto al modello precendente! Ma non è un risultato frutto dell’utilizzo delle gomme speciali, visto che le Michelin Sport Cup2, montate dalla vettura che ha girato sul tracciato tedesco, sono reperibili in qualsiasi gommista.

Chiaramente, per una maggiore efficacia in pista, si è rinunciato alla trasmissione manuale, disponibile di nuovo su questa GT3, mentre è stato scelto il cambio PDK, che ha ben coadiuvato le eccellenti doti di guida del pilota collaudatore Lars Kern.

La Porsche in questione quindi ha battuto modelli ben potenti del suo 6 cilindri boxer 4 litri da 500 CV, un autentico capolavoro motoristico, grazie anche alle migliorie relative all’aerodinamica, al telaio ed all’assetto.

Di conseguenza, ci chiediamo dove può arrivare l’ancora più specialistica RS che, da sempre, è ancora più veloce e raffinata nella guida in circuito.