Dopo la 718 Boxster, ecco la Porsche 718 Cayman. La quarta generazione della sportiva coupé con motore centrale, si mostra completamente rinnovata al Salone di Pechino e amplia la nuova serie.

Il design della Porsche 718 Cayman si riconosce dalla versione precedente per un frontale più affilato, le prese d’aria nettamente maggiorate e i fari principali Bi-Xenon di nuova configurazione con luci diurne a LED integrate. Completamente rinnovati i gruppi ottici posteriori che si caratterizzano per la tecnica tridimensionale e il design a quattro punti delle luci stop. Gli interni mostrano le stesse rielaborazioni della 718 Boxster con il nuovo volante sportivo nel design della 918 Spyder.

La novità principale sono i motori turbo a quattro cilindri della 718 Boxster al posto dei sei cilindri aspirati: per la prima volta, versione coupé e roadster hanno quindi la stessa potenza. La versione base eroga 300 CV da una cilindrata di due litri mentre il modello S sale a 350 CV da 2,5 litri, 25 CV in più rispetto ai modelli precedenti a fronte di un consumo nel ciclo combinato compreso fra 8,1 e 5,7 litri per 100 km. A livello di coppia si va dai 380 Nm (più 90 Nm) della Porsche 718 Cayman, disponibili fra 1.950 e 4.500 giri/min, fino ai 420 Nm (più 50 Nm) tra 1.900 e 4.500 giri/min, della versione S che vanta un turbocompressore con turbina a geometria variabile (VTG), impiegata finora esclusivamente nella 911 Turbo. La 718 Cayman con PDK e pacchetto Sport Chrono opzionale accelera quindi da 0 a 100 km/h in 4,7 secondi, che scendono a 4,2 secondi per la 718 Cayman S effettua lo sprint in 4,2 secondi e una velocità massima che arriva a 285 km/h contro i 275 km/h della sorellina.

Il telaio completamente riadattato presenta sospensioni ottimizzate, molle e barre stabilizzatrici più rigide. Lo sterzo è stato configurato per essere più diretto del 10% mentre i cerchi posteriori sono maggiorati di mezzo pollice, l’assetto è più basso di 10 mm (in opzione e fino a 20 mm con telaio sportivo). Ai classici tre programmi disponibili finora: «Normal», «Sport» e «Sport Plus» si aggiunge il programma «Individual», tramite il quale è possibile richiamare le impostazioni individuali dei diversi sistemi memorizzate in precedenza. Per i freni la 718 Cayman può contare sull’impianto della precedente Cayman S con dischi dalle dimensioni anteriori di 330 mm e posteriori di 299 mm mentre la 718 Cayman S dispone all’asse anteriore delle pinze a quattro pistoncini della 911 Carrera con dischi freno più spessi di 6 mm.

Il Porsche Communication Management (PCM) è di serie e include interfaccia USB, Apple Car Play e Porsche Car Connect. Il prezzo della Porsche 718 Cayman è inferiore a quello della roadster ed è quello della Porsche più economica: il listino parte da 54.139 euro, che salgono a 67.102 euro per la 718 Cayman S, ordinabili da subito. Il lancio sul mercato europeo è previsto il prossimo 24 Settembre 2016. Qui il video.