Se l’argomento è benzinai e salute non ci si riferisce né alla salute di chi è costretto a sentire l’odore dei carburanti tutto il giorno, né ai consumatori che possono sentirsi male per i prezzi di diesel e benzina.Una recente ricerca, molto seria al di là dell’introduzione, prende in considerazione le pompe di benzina come luoghi di scambio di germi e batteri. Un modo per guardare a questi baluardi del rifornimento con un’ottica diversa.

Soprattutto a poche ore dall’inizio dello sciopero che durerà fino a venerdì mattina. Ecco cosa dice la ricerca.

Tanti automobilisti scelgono il fai da te per risparmiare qualcosa sul prezzo dei carburanti ma nel maneggiare le pompe dovrebbero indossare dei guanti. È una questione di igiene e anche di prevenzione.

La pompa, infatti accoglie germi e batteri che passano da una mano all’altra degli automobilisti e possono veicolare anche delle malattie importanti. C’è chi dice, come gli studiosi della Kimberly-Clark Professional che hanno fatto la ricerca, che le maniglie del rifornimento sono più sporche delle cassette postali, dei corrimano delle scale mobili, ma anche dei pulsanti ai semafori e dei parchimetri.

La soluzione per chi non vuole rinunciare al fai da te sta nell’usare dei guanti, nel detergersi e disinfettarsi le mani dopo il rifornimento, nel richiedere che la pompa sia periodicamente pulita dai gestori. Quest’ultimo punto sembra un po’ più complicato.