Con la bella stagione arriva il momento di effettuare il tanto agognato cambio gomme, di rimontare le coperture estive e di riporre in garage o dal gommista quelle invernali. Già, perché l’ordinanza che impone l’utilizzo di pneumatici invernali o di altri dispositivi utili per affrontare la marcia su fondi innevati o ghiacciati, che entra in vigore il 15 ottobre in Valle d’Aosta ed il 15 novembre nelle altre regioni d’Italia, termina il 15 aprile.

Così, da questa data è bene ricordarsi di cambiare le scarpe della propria vettura, anche perché le coperture invernali tendono a dar il meglio di se in presenza di temperature inferiori ai 7 gradi centigradi. Inoltre, si rischia di consumarle eccessivamente e di non poter contare sullo stesso grado di sicurezza offerto degli pneumatici estivi che, come indica la loro denominazione, lavorano al meglio quando il termometro inizia a salire.

Chiaramente, c’è bisogno di organizzarsi, e anche i gommisti devono far fronte alla necessità di molti automobilisti, per cui è previsto un periodo di tolleranza che arriva fino al 15 maggio. Quindi non c’è fretta, per un mese si può viaggiare tranquillamente con le invernali senza incorrere in sanzioni, anche se, per motivi di sicurezza, sarebbe utile cambiarle il prima possibile.

Poi, dal 16 maggio, la circolazione con gomme invernali che presentano codici di velocità inferiori a quelli riportati sulla carta di circolazione non è più consentito: pena una multa di ben 419 euro, il ritiro della carta di circolazione e l’obbligo di collaudo.

Di conseguenza, chi pensa di risparmiare i soldi di un treno di gomme, in realtà potrebbe essere costretto a montarle e a pagare una multa simile al costo di 4 pneumatici estivi nuovi per una vettura media. Un motivo in più per andare il prima possibile dal gommista.

Comunque, a ben guardare un’alternativa c’è, e per chi non utilizza l’auto in zone particolarmente difficili, potrebbe essere la soluzione definitiva: montare i pneumatici quattro stagioni, o all season, per dirlo all’inglese. Infatti, queste coperture, rappresentano la panacea di tutti i mali legati al cambio gomme per chi vive in città, in quanto, avendo un codice di velocità uguale a quello presente nel libretto, non necessitano di essere sostituite.