La ricerca dei costruttori di pneumatici avanza a gran ritmo. Obiettivo cercare materiali naturali che vadano a sostituire o perlomeno ridurre l’uso di derivati del petrolio. Una soluzione concreta pare averla trovata Goodyear che ha identificato negli scarti del riso il materiale adatto a produrre pneumatici con una bassa resistenza al rotolamento e quindi inclini a consumare meno carburante. I ricercatori del Centro di Innovazione di Akron, negli Stati Uniti, affermano di aver ottenuto dalla lolla del riso un derivato paragonabile alla silice che attualmente viene usata negli pneumatici Goodyear per ridurre la resistenza al rotolamento.

Pneumatici Goodyear a basso impatto ambientale

Secondo Goodyear Tire&Rubber Company i pneumatici innovativi daranno un importante contributo all’ambiente mantenendo le doti di affidabilità e sicurezza degli stessi. La silice “ecologica” dei pneumatici Goodyear viene ricavata dalla combustione degli scarti del riso durante la lavorazione dei chicchi. La cenere viene ottenuta bruciando la lolla e potrebbe essere utilizzata per produrre un quantitativo di silice di qualità paragonabile a quella finora utilizzata. L’altro aspetto principale della ricerca è quello ambientale: “L’uso della cenere della lolla di riso fornirà a Goodyear una fonte di silice alternativa e al contempo contribuirà a ridurre la quantità di scarto di lolla di riso da smaltire in discarica” ha affermato Joseph Zekoski, Direttore tecnico ad interim del progetto.

Pneumatici Goodyear in futuro con olio di soia?

La ricerca elaborata da Goodyear è sostenuta anche dai dati elaborati dalla FAO secondo cui oltre 700 milioni di tonnellate di riso vengono raccolte ogni anno nel mondo e la quantità di lolla da smaltire sarebbe enorme. In parte viene già bruciata per produrre elettricità ma quella destinata alle discariche potrebbe essere recuperata dai costruttori di pneumatici. Ma non è l’unica azione intrapresa dall’azienda americana: “Continuiamo a esplorare soluzioni per aumentare l’efficienza del carburante dei pneumatici. Ci sforziamo di aiutare i consumatori a mantenere i loro pneumatici in condizioni ottimali, attraverso innovazioni come la tecnologia di manutenzione dell’aria. E cerchiamo risorse rinnovabili, tra cui l‘olio di soia per sostituire materiali a base di petrolio“.

In attesa che il progetto divenga realtà, Goodyear ha annunciato il miglior risultato di sempre per il suo pneumatico 4 stagioni (Goodyear Vector 4Seasons) che si conferma il multistagionale più venduto in Europa mentre in Italia ha fatto registrare un incremento di volumi superiore al 20% rispetto al 2013.

Foto: sito ufficiale Goodyear