I pneumatici Goodyear lanciano due importanti novità al Salone di Ginevra 2015. L’azienda americana espone un concept futuristico, denominato “BH03”, in grado di trasformare il movimento del pneumatico in energia elettrica alimentando le batterie del motore ibrido del veicolo e le altre tecnologie presenti a bordo.

Pneumatici Goodyear, un concept “elettrico”

Il pneumatico genera elettricità mediante l’azione di due materiali innovativi di cui è composto: in primis un materiale termoelettrico che trasforma in energia elettrica il calore generato all’interno del pneumatico in condizioni statiche (come l’assorbimento di luce e calore attraverso la struttura nera) o dinamiche (il rotolamento). Il materiale piezoelettrico trasforma, invece, in energia elettrica la pressione generata dall’attrito della struttura durante la marcia. Entrambi i materiali vanno a creare un reticolo tridimensionale che costituisce la struttura più interna del pneumatico; essa può potenzialmente sostenere il carico di una vettura in caso di perdita di pressione del pneumatico e potrebbe rappresentare un’alternativa alla tecnologia RunonFlat, che consente di proseguire la guida anche con un pneumatico sgonfio.

Un’innovazione che guarda al futuro

BH03 presenta inoltre un largo canale lungo la circonferenza che consente una maggior resistenza all’aquaplaning e un battistrada in grado di assorbire il rumore: “Ogni nuova idea che esce dai laboratori Goodyear nasce dalla volontà di offrire agli automobilisti un futuro migliore – ha spiegato Luca Crepaccioli, presidente e amministratore delegato di Goodyear Dunlop Tires Italia -. La ricerca sull’energia e sull’ambiente ha portato allo sviluppo di questo concept rivoluzionario, che siamo convinti rappresenti non solo un eccellente inizio per future sperimentazioni ma un’occasione interessante per alimentare il dibattito sulla mobilità delle nuove generazioni”. Visto il crescente peso delle auto elettriche sul mercato mondiale (secondo un’analisi di Frost & Sullivan le immatricolazioni potrebbero passare dalle 500.000 attuali alle 10 milioni nel 2020), il concept potrebbe avere un ruolo importantissimo nel dibattito sul futuro della mobilità.

TripleTube, concept dalla pressione variabile

La seconda novità riguardante i pneumatici Goodyear è il TripleTube, un concept con pressione variabile in base alle condizioni della strada. Sviluppato dal Centro di Innovazione Goodyear in Lussemburgo, il pneumatico è capace di gonfiarsi e sgonfiarsi in base alle condizioni della strada puntando. L’obiettivo è quello di “adottare” autonomamente la pressione ideale per affrontare una curva. Il pneumatico Triple Tube fa leva su un sistema di pompe interne che, spostando l’aria dalla camera d’aria principale a tre camere d’aria singole, garantisce una ridotta resistenza al rotolamento attraverso una distribuzione ottimizzata della durezza. Si annuncia anche un miglioramento della frenata sull’asciutto grazie a una più ampia superficie di contatto con la strada, ottimizzata mediante l’adozione di una forma conica, e una maggiore resistenza all’aquaplaning vista la sezione rialzata del battistrada posizionata al centro del pneumatico che fa aumentare il diametro del battistrada. La mescola di Triple Tube è sostenibile visto che è realizzata con silice ottenuta dalla cenere della lolla di riso, tecnologia introdotta da Goodyear nel 2014.