La Pirelli non è più alla scoperta del Circus, quest’anno può contare sull’esperienza accumulata l’anno scorso. Ecco allora che Paul Hembery non sbaglia proponendo la nuova mescola dura sul circuito di Sepang. 

Alla vigilia del gran premio malese, gli uomini Pirelli hanno pensato bene di proporre alle diverse scuderie una nuova mescola dura, adatta ad un asfalto come quello di Sepang che raggiunge durante la giornata picchi di 47 gradi centigradi.

Le gomme, su un tracciato così, sono messe a dura prova. La Pirelli, ad ogni modo, ha avuto dei buoni risultati. Basta vedere quel che accadeva soltanto durante le prove libere di venerdì a Sepang.

Sono stati usati 53 set di gomme hard e 25 set di medium. Queste ultime sono state protagoniste del sabato, quello che visto trionfare ancora una volta il duo McLaren. In effetti, Hamilton prima e Button poi sono maestri nella gestione della vettura e degli pneumatici.

Paul Hembery ha spiegato ai giornalisti che il degrado delle gomme a Sepang è maggiore di quello riscontrato in Australia perché le condizioni meteo incerte, tra pioggia ed alte temperature, rendono l’asfalto più abrasivo.

Studiando quanti giri dura una gomma, Hembery ha fatto una stima dei pit stop necessari alle diverse scuderie, almeno tre per vettura.