31.800 pneumatici, circa 1000 sorpassi e altrettanti pit-stop. La Formula 1 va in letargo dopo il GP del Brasile che ha consacrato Sebastian Vettel per la terza volta consecutiva campione del mondo. E per Pirelli è tempo di bilanci: il colosso italiano, fornitore unico di pneumatici nel circus, ha comunicato le cifre relative alla stagione 2013.

Sono ben 31.800 (tutti riciclati) gli pneumatici forniti da Pirelli durante il campionato: nel dettaglio sono state consegnate 22.500 gomme da asciutto e 9.300 da bagnato, mentre quelle usate per i test durante e a inizio stagione sono state 6.600. Le gomme morbide hanno macinato 123.270 km; seguono le medie (121.840), le dure (101.692), le supermorbide (21.993), le intermedie (13.770) e quelle da bagnato (7.930).  Interessante il dato sulla durata della gomma: una da asciutto ha “vissuto” mediamente per 180 km, una da bagnato per soli 140 km.

Gli pneumatici sono stati a loro modo protagonisti anche nella gara più lunga e nella più corta dell’anno: sotto il diluvio del GP di Malesia, i piloti sono stati in ballo per 2h44’51”812 mentre nel GP di Gran Bretagna le gomme hanno dovuto resistere solo 1h25’11”. Le stesse che hanno permesso il record storico di Lewis Hamilton, che durante le qualifiche di Monza, ha raggiunto la velocità media di 248,241 km/h.

photo credit: RachelC via photopin cc