Il nove volte campione del mondo di rally porta a casa anche la Pikes Peak. Un super Sébastien Loeb aggiunge un altro prestigioso trofeo alla sua strepitosa carriera e domina la corsa in altura più famosa del mondo. E pensare che la leggenda francese era nientemeno che un rookie della corsa, la cronoscalata del Colorado. Merito anche della Peugeot 208 T16 Pikes Peak e dei suoi 850 cavalli con cui Loeb si è letteralmente mangiato i 19.99 chilometri del percorso.

A dimostrazione della potenza della vettura del Leone è il riferimento cronometrico: 8’13″878, oltre un minuto e mezzo in meno del tempo fatto segnare lo scorso anno da Rhys Millen (9′46″164). Primato mandato in frantumi e unico pilota a infrangere il muro dei nove minuti. Il vincitore 2012 con la Hyundai Genesis Coupé ha abbassato il suo crono di oltre 40 secondi (9’02″192) ma non abbastanza per confermarsi re del Pikes Peak. Terza la Mini Countryman di Jean Philippe Dayraut mentre quarto è Paul Dallenbach che nella classe Time Attack ha stabilito il nuovo record per la categoria, 9:46.001.

La velocità media di Loeb è stata di quasi 88 miglia orarie, circa 140 km/h. Una media pazzesca tra le spigolose curve delle montagne. Alla vigilia aveva detto: “Non so cosa aspettarmi domenica”. Chissà che tra un anno, dopo l’esperienza in WTCC, non decida di riprovarci.

Loeb: foto e video della sua prima prova