I successi di Peugeot nelle competizioni sono molti. Ma quelli della mitica Pikes Peak hanno segnato la storia dell’automobilismo internazionale: nel 1988, la vittoria di Ari Vatanen al volante della 405 T16 resta indimenticabile, per i record battuti e per il leggendario film Climb Dance. Nel 2013 Peugeot ha deciso di riprovarci: alla partenza del 30 giugno a Colorado Springs ci sarà anche la casa del Leone.

Pikes Peak è una corsa in salita unica, per il suo tracciato completamente asfaltato dall’anno scorso, composto da 156 curve su una distanza di 20 km, che si disputa a un’altitudine compresa tra 2800 e 4300 metri, il punto più alto del tracciato. Unica anche per la sua longevità: è la seconda corsa più antica che si disputa in America dopo Indianapolis.

Una corsa spietata e complicata a a cui Peugeot si è iscritta con il numero 208 nella categoria ‘Unlimited’, la categoria regina, con l’obiettivo di vincere. Per farlo ha scelto i partner migliori: Total, Red Bull, Michelin e Sébastien Loeb, il nove volte Campione del Mondo di Rally. Tutti hanno risposto all’appello di Peugeot, con il supporto di Citroën, che ha autorizzato il suo pilota di punta a partecipare a questa sfida. A metà aprile la 208 T16 Pikes Peak toglierà il velo, svelerà le sue carte vincenti e i suoi segreti.