Il National Hospital for Pediatrics di Hanoi e l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma hanno inaugurato settimana scorsa un nuovo progetto di collaborazione. Grazie all’aiuto di Piaggio Vietnam è stata realizzata la prima iniziativa del nuovo filone di attività sociali ‘Vespa for Children’ recentemente lanciato dal Gruppo Piaggio. La cooperazione tra i due istituti sanitari,  attiva da oltre cinque anni, ha consentito a diversi bambini affetti da gravi cardiopatie di essere trasferiti e operati presso la struttura centrale dell’OPBG a Roma e restituiti in buona salute ai loro genitori in Vietnam

Vespa for Children nasce dalla necessità di sviluppare l’assistenza a favore di bambini affetti da patologie urologiche complesse – quali malformazioni genito-urinarie e insufficienza renale – e bisognosi quindi di trattamenti chirurgici di elezione, dialisi e trapianto renale. Gli obiettivi da raggiungere hanno una duplice valenza: Clinica e assistenziale per cui 2.000 pazienti di età compresa tra gli 0 e i 18 anni potranno beneficiare della possibilità di ricevere assistenza specialistica in ambito urologico con possibilità di trapianto di rene.

Formativa in modo da creare un passaggio di competenze tra gli specialisti dell’OPBG e del personale medico locale del NHP farà sì che questi ultimi possano partecipare a un programma mirato di formazione teorico-pratica per l’apprendimento di competenze scientifiche nell’ambito della medicina e chirurgia urologica e del trapianto di rene da donatore vivente.

Roberto Colaninno, presidente e ad del Gruppo, ha affermato: “Noi pensiamo responsabilmente che dobbiamo essere protagonisti della qualità della vita nelle società in cui operiamo, per essere vicini alle generazioni più giovani, che sono il futuro e la speranza del mondo. Vespa significa – in ogni parte del globo – qualità della vita, per molti motivi che vanno anche al di là dello stile, o dei nuovi motori a bassissimo consumo e inquinamento che abbiamo sviluppato. Chi va in Vespa, lo dico spesso, si muove per la città con un sorriso. Con l’iniziativa spero che Vespa dia a molti bambini e alle loro famiglie un sorriso in più”.