Il circuito di Phillip Island si rifà il look. In soli due giorni, per una spesa di 3 milioni di dollari australiani, è stata completata la riasfaltatura della pista di 4.445 km, volta a rendere il tracciato australiano uno dei più veloci al mondo. Un’operazione ha richiesto ben 5000 tonnellate di asfalto a caldo (fornito direttamente sul luogo) miscelato all’interno di un’enorme impianto di betonaggio e trasportato a lato della pista ad un’incredibile temperatura di 172 gradi.

Si tratta della prima riasfaltatura della pista in 14 anni ed Andrew Fox, membro della società proprietaria del circuito, la Linfox Property Group, è convinto che il circuito sarà “liscio come il sedere di un bimbo. E non c’è niente di meglio che avere il miglior tracciato al mondo e poter ammirare i sorrisi dati dall’entusiasmo dei piloti nel correre qui”. 

L’autodromo dello stato di Victoria ha tutte le carte in regola per diventare ancora più veloce nel 2013. In passato piloti come Max Biaggi e  Casey Stoner (nella foto by InfoPhoto a Phillip Island) hanno raggiunto velocità di punta di 320 km/h nel leggendario rettilineo in discesa intitolato a Wayne Gardner, teatro di battaglia anche delle V8 Supercars che mettono a dura prova la tenuta della pista. Il circuito sarà pronto in tempo per la classica manifestazione delle moto d’epoca di gennaio, mentre nel mese seguente verranno disputati gli ultimi test del Mondiale SBK, prima del debutto stagionale in programma dal 22 al 24 febbraio.