Michael Schumacher

Michael Schumachersta meglio ma è tutto relativo“.

Così Philippe Streiff ex pilota francese e amico personale di Schumi racconta le condizioni in cui versa il pilota a distanza di quasi un anno dal terribile incidente sugli sci di Meribel.

Intervistato dalla radio francesce Europe 1, Streiff (costretto su una sedia a rotelle dal 1989 dopo un incidente durante alcuni test) ha parlato del percorso di riabilitazione che Michael Schumacher sta facendo nella sua villa di Gland in Svizzera:

(…) non può parlare, sta sulla sedia a rotelle, paralizzato, ha problemi di parola e di memoria”- racconta l’ex pilota francese- Stare in famiglia gli consente di recuperare più in fretta. Sembra che comunichi con gli occhi con la moglie e l’addetto stampa“.

Durante l’intervista a Europe 1, c’è stato modo anche di parlare delle condizioni di Jules Bianchi ricoverato in terapia intensiva al Mie General Hospital di Yokkaichi dopo l’incidente al GP del Giappone:

“Purtroppo le notizie non sono buone, Jules è ancora in terapia intensiva dopo sei settimane dal suo incidente e non è ancora idoneo al trasporto. È molto grave e ho paura che se uscirà dal coma sarà molto difficile per lui e la sua famiglia”.