Nonostante le premesse che sembravano lasciar presagire sorrisi e gloria, sul Circuito di Austin, in Texas, nella sua prima manche del Campionato del Mondo di Rallycross, il Team Peugeot e la 208 WRX Evo non hanno colto i risultati sperati, portando a Casa un finale quarto e sesto  posto poco entusiasmante.

Durante l’evento comunque sono state non poche le difficoltà per la squadra Peugeot, visto che le condizioni meteo aleatorie, il cambio del motore sulla vettura numero 21 nella giornata di domenica, precisamente tra le manche di qualificazione 3 e 4, la sanzione di Loeb con una penalità di 5 secondi nella Q2, e quella di Timmy Hansen in finale, hanno rappresentato momenti difficili che hanno sicuramente influito sull’esito della corsa.

Bruno Famin, Direttore di PEUGEOT SPORT ha sottolineato: “il rallycross è una disciplina estremamente impegnativa in cui bisogna essere perfetti dall’inizio alla fine dell’evento. Questo week-end, ad Austin, non è stato così per il Team PEUGEOT Total, vittima di imprevisti sportivi e tecnici. Dobbiamo però segnalare anche degli aspetti positivi, come il miglioramento delle nostre partenze e un’ottima velocità complessiva della vettura. Sappiamo che dobbiamo lavorare ancora per raggiungere il nostro obiettivo: vincere. Per riuscirci, il divario da colmare è minimo, ma con tante vetture e piloti ai massimi livelli e gare così competitive, piccolissimi dettagli fanno una grande differenza. Abbiamo tratto il massimo insegnamento da ogni gara e siamo convinti che ogni occasione ci avvicina un po’ di più al nostro obiettivo”.