Peugeot Traveller i-Lab rappresenta la visione del futuro della casa francese per una clientela Business. Il modello che sarà esposto al Salone di Ginevra 2016, in programma dal 3 al 13 marzo, è lo studio di uno Shuttle VIP per un viaggio iperconnesso. Il concept si basa sul nuovo Peugeot Traveller che già introduce i nuovi codici identitari delle berline e SUV del marchio.

Il frontale espressivo incarna la nuova identità stilistica e la nuova calandra verticale in posizione molto alta integra il Leone al centro. Le dimensioni sono compatte: 4,96 m di lunghezza (3,28 m il passo) e 1,90 m di altezza che apre le porte dei parcheggi sotterranei e urbani. La meccanica è alimentata da numerose prese d’aria, tra cui la calandra verticale, circondata da una robusta cornice cromata. I proiettori allo Xeno, il cui disegno si ispira all’universo delle berline, sono incastonati nella carrozzeria. Una tinta Dark Copper dai riflessi intensi riveste il modello comprese le due porte laterali scorrevoli.

Basato sulla piattaforma EMP2, il Peugeot Traveller i-Lab presenta un equilibrio ottimale tra volume esterno e abitabilità interna. Per gli invitati a bordo, il tragitto diventa un momento favorevole al lavoro. I quattro sedili singoli sono disposti faccia a faccia intorno a un touchscreen gigante da 32″ sostenuto da un’arcata. Grazie all’hotspot WiFi, al Bluetooth, a terminali di ricarica a induzione o alla cuffia da realtà virtuale, sono possibili diverse operazioni: ad esempio fare check-in e check-out della camera d’albergo dal veicolo con i passeggeri con la possibilità di avere una chiave elettronica della camera scaricata sul device. Peugeot Traveller i-Lab fornisce anche una soluzione ai problemi linguistici per i viaggiatori internazionali: se un passeggero cambia programma non ha più bisogno di cercare di farsi capire dall’autista dato che l’appuntamento modificato viene trasferito direttamente sull’agenda dell’autista.

Obiettivo rendere produttivo al 100% il tragitto per effettuare dei trasferimenti che prima era considerato un tempo perso. L’esperienza inizia dall’apertura delle porte laterali scorrevoli elettriche: per aprirle basta mettere il piede davanti a un sensore posizionato nella parte inferiore della carrozzeria. Appena si accede a bordo, gli smart device dei passeggeri (che fanno parte dell’esperienza di viaggio connesso sviluppata in collaborazione con Samsung) si collegano automaticamente all’hotspot WiFi. Isolata dall’esterno da vetri scuri, l’atmosfera interna riserva un’accoglienza confortevole con i sedili singoli rivestiti in Alcantara e pelle nera patinata, e le controporte rivestite in pelle. La consolle del padiglione dal disegno elegante irradia una luce dolce emessa dai LED e diffonde l’aria della climatizzazione dolce.

La sicurezza dei passeggeri è garantita da un equipaggiamento completo. L’autista dispone di uno strumento di lavoro che gli permette di offrire un servizio di livello: dalla navigazione connessa al Visio Park fino alla rilevazione del grado di attenzione del guidatore e alla frenata automatica di emergenza. In continuità con il servizio di gestione delle flotte Peugeot Connect Fleet Management, un’applicazione riservata ai professionisti è visualizzata attraverso il Mirror Screen sul touchsreen del Peugeot Traveller i-Lab. Rileva in tempo reale la localizzazione e le informazioni tecniche (consumi, autonomia rimanente, velocità media) e le trasferisce all’autista e al gestore delle flotte aziendali, per prevedere e preparare i prossimi interventi di manutenzione. Qui maggiori dettagli sul Peugeot Traveller.