Non ci sono solo corse e passione nella squadra di Peugeot Sport Italia ma anche un pensiero ai più bisognosi. Per il secondo anno consecutivo la casa francese supporta la Fondazione ANT Italia ONLUS e il logo ANT è presente sulle vetture ufficiali del Leone in tutte le tappe del Campionato Italiano Rally: sia sulla 208 T16 con cui  Paolo Andreucci e Anna Andreussi stanno puntando alla conquista dell’ottavo Tricolore, sia sulla 208 R2 del Peugeot Rally Junior Team dei giovani Stefano Albertini e Silvia Mazzetti. I colori della fondazione sono ben visibili anche sulla RCZ R Cup impegnata nel Campionato Italiano Turismo Endurance.

La Fondazione ANT Italia ONLUS in più di trentacinque anni ha assistito, in modo assolutamente gratuito, oltre 100mila malati di tumore. Attualmente, oltre quattromila malati sono assistiti quotidianamente a domicilio in nove regioni italiane da venti équipe di operatori sanitari di ANT, che assicurano loro e alle loro famiglie tutte le cure di tipo ospedaliero e socio-assistenziale necessarie. Per la sua attività, svolta attraverso 120 Delegazioni sparse sul territorio nazionale, può contare sul lavoro di oltre 400 professionisti (medici, infermieri, psicologi) affiancati da circa 1.800 volontari.

La Fondazione ANT è inoltre impegnata nella prevenzione oncologica, con progetti di diagnosi precoce del melanoma,
delle neoplasie tiroidee, ginecologiche e mammarie: oltre 85.000 le visite realizzate, completamente gratuite per chi ne usufruisce. La Fondazione, che conta solo per il 18% su denaro pubblico, finanzia la maggior parte delle proprie attività grazie alle donazioni dei privati e alle manifestazioni di raccolta fondi organizzate (57%), a lasciti e donazioni (7%) e, per l’11%, al contributo 5×1000. Un contributo che Anna Andreussi, navigatrice ufficiale e sette volte campionessa italiana rally, invita tutti gli appassionati di motori, e non solo, a sottoscrivere nella dichiarazione dei redditi.

Qui il video della campagna ’5×1000′.

LEGGI ANCHE

Rally di Sardegna deciso dalle forature

Targa Florio: strepitoso successo di Peugeot

Peugeot alla Dakar: il Leone tornerà a ruggire dopo 25 anni

CIR: scatta la stagione più interessante della storia