La Peugeot non produce solo automobili. Il marchio del leone è attivo su una vasta area della meccanica. Fra queste, le biciclette. Ma anche se sono solo due ruote, si tratta pur sempre di Peugeot: affidabili e robuste. Per dimostrarlo, lo specialista di ultracycling Andrea Tozzi (nella foto) sta girando il mondo in sella ad una Peugeot CS-01 Sport, veicolo in carbonio e alluminio e cambio a 20 rapporti.

La sua impresa attuale si chiama “Peugeot TransAmerica Coast to Coast” ed è proprio ciò che sembra: attraversare gli Stati Uniti, dal Pacifico all’Atlantico. Tozzi percorrerà circa 6.000 chilometri attraversando dodici stati: Washington, Idaho, Montana, North Dakota, Minnesota, Wisconsin, Illinois, Indiana, Ohio, Pennsylvania, New Jersey e New York. La particolarità dell’ultracycling è il compiere queste traversate in solitaria e senza supporto al seguito. Non è proprio una bazzecola.

Lo scorso maggio Tozzi ha percorso 1.300 chilometri in 144 ore, dall’Arc du triomphe di Parigi all’Arco della pace di Milano.

Queste avventure sono raccolte nel programma “Peugeot Road Experience“. Ovviamente le automobili non ne sono escluse. Quest’anno Peugeot Italia farà partecipare una 2008 alla settima edizione del Mongol Charity Rally, raid con scopi benefici. La 2008 dovrà raggiungere l’antica capitale della Mongolia, Ulaan Bataar, per poi fare ritorno attraversando un diverso percorso. Questo è l’itinerario di andata, partendo da Praga: Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Ungheria, Serbia, Bulgaria, Turchia, Iran, Turkmenistan, Uzbekistan, Tajikistan, Kyrgyzstan, Kazakistan, Russia, Mongolia (Ulaan Bataar). Al ritorno si dovranno attraversare Mongolia, Russia, poi Praga e destinazione Milano.