Dopo i cinque podi conquistati alla fine della scorsa stagione e la vittoria ottenuta a Franciacorta, la Peugeot 208 WRX è diventata ancora più potente (550 CV) ed è pronta ad affrontare la seconda stagione del Mondiale Rallycross e una concorrenza sempre più agguerrita. A livello di telaio e di motore i miglioramenti sono stati tali che la versione 2015 può essere considerata una nuova arma da conquista: “La vettura dell’anno scorso era derivata direttamente dalla Peugeot 208 T16 e quest’inverno abbiamo lavorato per avvicinarci un po’ di più ai limiti consentiti dal regolamento – ha detto Bruno Famin, direttore di Peugeot Sport -. Pensiamo di avere compiuto un passo avanti significativo in termini di prestazioni. L’obiettivo è vincere delle gare ed essere in grado di puntare ai due titoli mondiali (team e piloti). Non saremo certamente gli unici ad avere queste ambizioni e, tra l’altro, siamo contenti che altri costruttori rafforzino la loro presenza in questo campionato così in crescita. Le nuove prove come Barcellona e Hockenheim preannunciano il Rallycross del futuro. Sono circuiti importanti per l’automobilismo, vicini alle grandi città con magnifiche infrastrutture. E’ una novità molto promettente!”.

Peugeot Rallycross 2015, la 208 WRX punta al titolo

Gestita sempre dalla squadra dello svedese Kenneth Hansen, una delle figure leggendarie di questa specialità, la 208 WRX sarà nuovamente affidata a Timmy Hansen. Allenato alle dure lotte del Rallycross, Hansen avrà un nuovo compagno di squadra, il pilota francese Davy Jeanney, vice-campione europeo nel 2013: “Ci sentiamo molto più pronti dell’anno scorso - ha detto Kenneth Hansen -. Abbiamo fatto tesoro dell’esperienza dell’anno scorso e siamo impazienti di partecipare alla prima gara! Dobbiamo sfruttare al massimo il potenziale della 208 WRX e adottare buone strategie per riuscire a posizionare bene le due vetture in ogni prova. Le vittorie e il campionato si giocano sui dettagli ed è importante potere contare su una coppia di piloti omogenea, in grado di lottare per la vittoria nelle 13 prove”.

 Timmy Hansen e Davy Jeanney i piloti

Con Timmy, che ha già assaporato l’ebbrezza della vittoria e possiede la stoffa del campione, e Davy, che potrebbe rivelarsi una sorpresa e conquistare punti preziosi, il Team Peugeot Hansen schiera due piloti di primo piano, assolutamente determinati: “Sono elettrizzato! Abbiamo una vettura che ha il potenziale per vincere sin dall’inizio. Personalmente ho lavorato molto per prepararmi ancora meglio. Mi sento pronto a lottare e penso di disporre della vettura migliore della mia carriera. Sono contento di accogliere il mio nuovo compagno. Conosco Davy dalla mia prima stagione di Rallycross. E’ costante e fortissimo. Sa quando deve attaccare e quando deve consolidare la posizione. Sarà difficilissimo da battere”.

Peugeot Rallycross 2015, un team Junior con Red Bull

Emozionato anche Davy Jeanney che, alla faccia della scaramanzia, correrà con il numero 17: “Per me inizia una nuova vita perché è il mio primo contratto con un team ufficiale. E’ una grande svolta nella mia carriera e intendo impegnarmi a fondo per accettare questa sfida. Avrò in mano buone carte da giocare. Quando ho avuto la possibilità di provare la 208 WRX sono stato davvero sorpreso: il motore va fortissimo! Spero di potere conquistare dei podi e anche delle vittorie”. Entusiasmati dal successo della prima stagione del campionato del mondo, Peugeot e Red Bull hanno inaugurato il Peugeot Red Bull Hansen Junior Team. La sua missione è semplice: accelerare la formazione di nuovi talenti preparandoli al passaggio nella categoria regina delle supercar. Kevin Hansen (16 anni) sarà uno dei piloti e prenderà parte a tutto il campionato del mondo nella categoria RX Lites. A poche settimane dal via, a fine aprile in Portogallo, la Peugeot 208 WRX è pronta a scatenare tutti i suoi 550 cavalli.