Costruire auto, venderle, ma anche guardarsi intorno, non isolarsi dal mondo circostante. E’ la filosofia della Peugeot. Un’iniziativa di Peugeot Italia va in direzione di un’attività sociale estremamente importante: la ricerca sul cancro. E’ in questa ottica che la divisione italiana della casa francese ha donato una 208 molto speciale alla Lilt, la Lega italiana per la lotta contro i tumori.

Si tratta di un esemplare unico, rosa, perché personalizzato nel colore e nel simbolo della campagna “Nastro rosa“. Si tratta di un programma volto a sensibilizzare le donne sull’importanza vitale della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori al seno, oltre che informare sugli stili di vita corretti da adottare e i controlli medici da effettuarsi. La 208 agevolerà la Lilt nell’impegno quotidiano in questo programma.

Le chiavi della vettura sono state consegnate a Francesco Schittulli, presidente della Lilt, in una cerimonia a cui ha preso parte anche l’attrice Margherita Buy, testimonial della campagna.

Nel corso della cerimonia, Eugenio Franzetti, direttore delle relazioni esterne di Peugeot Italia (a sinistra nella foto insieme a Margherita Buy e Francesco Schittulli), ha dichiarato: “Peugeot non è un’entità astratta. Prima di tutto è un’azienda fatta di donne e di uomini che vivono i normali problemi quotidiani. E sono proprio le nostre donne ed i nostri uomini che desiderano aiutare la Lilt, fornendole quello che sappiamo fare meglio, cioè le automobili, come supporto prezioso alla sua attività quotidiana di prevenzione“.