La Peugeot ha terminato l’ultima sessione di prove in Marocco ed è pronta per la Dakar 2018 che si correrà in dal 6 al 20 gennaio in Sud America. L’obiettivo è quello di replicare i primi tre posti conquistati nella Dakar 2017. Per farlo potrà contare su 4 equipaggi al top per esperienza e velocità, nello specifico si tratta delle coppie formate da Stéphane PETERHANSEL e Jean Paul COTTRET, da Sébastien LOEB e Daniel ELENA, da Carlos SAINZ e Lucas CRUZ e da Cyril DESPRES e David CASTERA.

Ognuno di loro dovrà affrontare oltre 10 000 chilometri che si snodano nei territori del Perù, della Bolivia e dell’Argentina attraverso 15 tappe su terreni variegati in cui si troveranno a fare i conti con dune, valichi andini, alte vette e paesaggi desertici, senza contare le condizioni meteorologiche estreme.

Per saperne di più però sarà necessario attendere il prossimo 22 novembre, quando sarà reso noto il percorso ufficiale. Ad ogni modo la 3008 DKR Maxi potrà contare su un motore 3 litri bi-turbo diesel e 2 ruote motrici; avrà carreggiate allargate di 20cm, allo scopo di migliorare ulteriormente la stabilità; mentre le sospensioni sono state rielaborate per rendere la vettura più facile da guidare.

Dopo aver percorso più di 18.000 chilometri tra Marocco, Portogallo e Francia, la nuova arma del Leone fa sul serio ma dovrà sottostare ad un regolamento che comporta un peso minimo superiore a quello dello scorso anno proprio 30 primavere dopo il successo maturato nel 1987 con la PEUGEOT 205 turbo 16 Grand Raid.

Bruno FAMIN, Direttore di Peugeot Sport, ha dichiarato: “finora le modifiche che abbiamo apportato alla 3008DKR Maxi si sono rivelate efficaci, ma la Dakar è sempre un viaggio verso l’ignoto, non foss’altro che per la diversità dei terreni e le difficoltà insite nel suo DNA. Inoltre, abbiamo avuto una nuova dimostrazione della piena forma dei nostri avversari, nel recente Rally del Marocco. Detto questo, gli ingegneri di Peugeot Sport non hanno smesso di lavorare da quando abbiamo tagliato il traguardo della Dakar 2017 e desidero sottolineare lo straordinario spirito di squadra che regna nel Team Peugeot Total. Siamo molto contenti di potere iscrivere gli stessi equipaggi dell’anno scorso. Hanno un equilibrio perfetto tra velocità pura ed esperienza. Questa sarà la nostra ultima partecipazione alla Dakar e quindi vorremmo concludere questo programma stimolante con un risultato positivo. Ma, come dico sempre, non bisogna dare mai nulla per scontato. La cosa più difficile, quando hai vinto, è ripetere la vittoria”!