Si lavora a ritmo intenso nel team Peugeot-Total in vista della Dakar 2015. Alla base test di Château Lastours, nel dipartimento dell’Aude, la Peugeot 2008 DKR affronta una nuova tappa del suo sviluppo. Gli uomini della squadra francese sono in azioni fin dalle 7 del mattino perchè il tempo è poco visto che per la prima volta tutti e tre i piloti del dream team si sono avvicendati al volante. Carlos Sainz, Stéphane Peterhansel e Cyril Despres iniziano a fare sul serio. Dopo i test del collaudo finale effettuati a Freneuse, Montlhéry e Creusot, per la prima volta i driver saggiano le piste rocciose che danno un’idea del tipo di sfida che li attende in Sudamerica.

L’esperto Sainz aveva individuato i primi inconvenienti di gioventù della vettura, ora i suoi due nuovi colleghi devono essere pronti a collaborare allo sviluppo dell’auto. In programma c’è la verifica della validità delle modifiche apportate al telaio e all’impianto di raffreddamento. Peterhansel affronta senza esitazioni un percorso che rappresenta un calvario anche per un veicolo progettato per le sfide più impegnative.

Figurarsi per Despres, vincitore di cinque Dakar con le moto, che comincia qui la nuova vita sulle quattro ruote. Dopo una ricognizione alla destra del suo connazionale arriva il momento di prendere i comandi per la prima volta. Il programma predisposto dagli ingegneri non ha permesso ai tre equipaggi di fare lunghe vacanze. Le sessioni di prova si susseguono a un ritmo sostenuto e continueranno fino alla spedizione in Sudamerica.

LEGGI ANCHE

Peugeot 2008 Dakar: una rivoluzionaria coupé al rally raid

Peugeot 2008 Dakar: i segreti della belva che sfiderà il canyon

Peugeot Dakar 2015: il Leone cala l’asso

Peugeot Dakar 2015: il Leone tornerà a ruggire dopo 25 anni

Andreucci-Andreussi coppia vincente, l’intervista di Leonardo.it

Paolo Andreucci: storia di un campione in Peugeot

Andreucci “Direttore per un giorno”