Sono in sette i piloti a contendersi il Peugeot Competition Top 208, la prossima tappa sarà decisiva e complicata perché gli insidiosi sterrati del Rally di San Marino non ammetteranno sbagli, il primo che commetterà un errore potrebbe dire addio al titolo. Sono per l’appunto sette gli Under 25 ancora in lizza per conquistare l’importante premio per il vincitore finale del monomarca Peugeot legato al Campionato Italiano Rally. Il campione il prossimo anno sarà un pilota ufficiale di Peugeot Italia con la Peugeot 208 R2B gommata Pirelli. Inoltre i primi tre trofeisti classificati di ogni rally riceveranno un premio in denaro, rispettivamente di 3.000, 2.000 e 1.000 €. La situazione di classifica ci dice che arrivati alla metà del campionato ci sono quattro piloti racchiusi in appena 9 punti ed altri tre a cui la matematica concede ancora una chance, almeno ancora per stavolta, di poter contendere la vittoria finale.

Attualmente al comando della classifica ci sono appaiati il ventiduenne piacentino Andrea Mazzocchi ed il ventunenne varesino Damiano De Tommaso con 27 punti a testa. Il primo è sempre stato protagonista nelle precedenti tre uscite, mentre il secondo è reduce dalla vittoria nel Rally dell’Adriatico ed è uno specialista dello sterrato, oltre ad aver maturato un po’ di esperienza nel mondiale rally. Dietro questa coppia troviamo distaccato di soli 3 punti  il ventenne bresciano Luca Bottarelli, vincitore allo sprint al Rally di Sanremo. Tommaso Ciuffi è quarto con 18 punti, ventitreenne figlio d’arte partito nel CIR solo dall’Adriatico, che proprio nei rally su terra si è formato e che cercherà di rompere la ‘maledizione’ che gli sta impedendo di vincere. Infatti sia all’Adriatico che al recente Rally del Casentino – valevole per l’altra serie Peugeot di vertice, il Peugeot Competition 208 Rally – avrebbe vinto nella somma dei tempi, ma in entrambe le occasioni una penalità di appena 10” l’ha costretto al posto d’onore. Gli altri talenti a contendersi la vittoria sono il ventiquattrenne garfagnino Nicola Manfredi, primo leader della stagione nelle battute iniziali del Sanremo , l’altro promettente toscano figlio d’arte, il ventenne Mattia Vita, e l’appena diciannovenne varesino Riccardo Pederzani, tutti e tre a 10 punti.

Regolamento

I punti vengono assegnati sul risultato dell’intero rally ed in base alla classifica stralcio dell’intera classe R2B – secondo la scaletta FIA (ai primi dieci a scalare 25, 18, 15, 12, 10, 8, 6 ,4, 2, 1) – con i piloti non iscritti e quelli con vetture di altre marche che non prendono punti ma li tolgono. Chi porta a termine una sola delle due tappe riceve un punteggio ridotto (12, 9, 7, 6, 5, 4, 3, 2) con gli stessi canoni. La classifica finale viene stabilita sulla base dei 4 migliori risultati sui 6 rally a calendario, per poter dare sempre il massimo ma senza il rischio di essere condizionati da un errore o dalla sfortuna. Ma con l’obbligo che almeno uno dei risultati utili sia su terra: perché un pilota chiamato a ricoprire il ruolo di ufficiale deve dimostrare di essere efficace anche sullo sterrato. Questo è il regolamento per chi vuole vincere il Peugeot Competition Top 208.