Il settimo sigillo: in questo caso non è un film degli anni Cinquanta ma il numero dei campionati italiani costruttori rally vinti dalla Peugeot. Il titolo numero sette è arrivato al termine del rally di Sanremo, in cui la Peugeot 207 S2000 dell’equipaggio Basso-Dotta ha vinto davanti alla Skoda Fabia di Lappi e Ferm e alle Peugeot di Perico-Carrara, Bouffier-Panseri, Albertini-Scattolin e Andreucci-Andreussi.

Paolo Andreucci, a lungo in testa nella gara di Sanremo prima di una toccata a tre speciali dal termine, ripercorre in questo commento l’ennesima grande stagione della marca francese (la più vincente nei rally italiani tra le estere): “Siamo contenti per il Tricolore Costruttori, questo è l’obiettivo che avevamo in questo finale di stagione. Lo abbiamo ottenuto, siamo felici ed è il momento di festeggiare assieme a tutti coloro che hanno contribuito a questo successo“.

L’ho sempre detto: la forza di Peugeot – ha proseguito l’asso italiano – è mettere a disposizione di tutti vetture performanti che consentono di puntare alla vittoria finale. La nostra gara? Rimane un po’ di amaro in bocca per un Sanremo che avevamo in pugno e che ci siamo fatti sfuggire a 3 speciali dalla fine… sarebbe stato bello festeggiare dal gradino più alto del podio… questo è lo sport. Rimane comunque la soddisfazione e l’orgoglio di aver portato al termine la gara. I nostri meccanici e la nostra squadra ancora una volta sono stati bravissimi, sistemando la nostra vettura in tempo record per permetterci di fare le ultime prove e di tagliare il traguardo. Con questa sono 54 gare consecutive che portiamo al traguardo le nostre Peugeot, un record a cui noi tutti tenevamo tantissimo“.

LEGGI ANCHE:

Peugeot vince la Targa Florio

Peugeot 208 R2