Due testimonial unici, un brand top e un’innovazione tanto attuale come non mai, la realtà aumentata. Parte la Best Technology Experience di Peugeot, con il Leone che per l’occasione si è avvalso della collaborazione di due ambassador tanto unici quanto perfetti: da una parte Paolo Andreucci, pluricampione italiano di Rally proprio a bordo di una 208 GTi; dall’altra Stefano Accorsi, attore, regista, uno dei migliori talenti cinematografici italiani del momento.

L’idea di base è quella di raccontare tutto il meglio della tecnologia che vive a bordo dei veicoli marchiati Peugeot attraverso l’ausilio di una tecnologia immersiva e coinvolgente di Oculus, con l’obiettivo ultimo di trasmettere e valorizzare l’emozione di guida.

Peugeot, dunque, ha deciso di dare vita alla Best Technology Experience, un tour in sette città italiane che non sarà il classico test drive, ma un qualcosa che va oltre: tecnologia ed emozione viaggiano infatti a braccetto, perché grazie alla tecnologia Oculus si potranno scoprire i contenuti tecnologici delle auto del Leone e vivere l’intuitiva e innovativa esperienza di guida offerta dal Peugeot i-Cockpit.

Il Peugeot i-Cockpit si compone di un volante ridotto per sensazioni dinamiche intense, un quadro strumenti in posizione alta per leggere le informazioni senza distogliere lo sguardo dalla strada, una consolle centrale valorizzante con un grande Touchscreen per una guida intuitiva.

E poi Active City Brake, Park Assist, il Regolatore di Velocità Attivo, il Grip Control, Selective Catalytic Reduction (SCR) e molto altro: al fianco di Stefano Accorsi e Paolo Andreucci la Peugeot Best Technology Experience partirà l’11 marzo da Napoli e farà tappa a Roma, Firenze, Brescia, Torino, Milano per terminare il 24 aprile a Treviso.

Tre gli innovativi video di Virtual Reality realizzati per la tecnologia Oculus, che vedranno come grandi protagoniste Peugeot 308 GT, 2008 e 208 GTi garantendo coinvolgimento, suspense, immersione e scariche di adrenalina, in un’esperienza in cui l’utente sarà al centro di una storia piena di colpi di scena, al fianco di Stefano Accorsi e Paolo Andreucci, il pilota più vincente nella storia dei rally italiani.