Sulla base della Peugeot 308, al Salone di Shanghai il Leone ha lanciato la nuova 308 S svelando anche la Peugeot 308 R Hybrid, una showcar nata dal lavoro di Peugeot Sport dotata di una nuova catena di trazione ibrida benzina plug-in. Con pneumatici 235/35 R19 montati su carreggiate allargate di 80 mm, Peugeot 308 R HYbrid punta a divorare l’asfalto con il suo frontale imponente, avvolto dal cofano con prese d’aria espressive e dal fascione paracolpi minerale con spigoli vivi e superfici lisce. I deflettori laterali integrano gli indicatori di direzione a LED sequenziali mentre il deflettore centrale evidenzia la firma della vettura, il logo intagliato nella massa. Peugeot 308 R HYbrid è rivestita di un blu particolarmente intenso grazie all’integrazione di pigmenti fluorescenti e particelle di vetro. Il blu è abbinato, a livello delle porte posteriori, al nero opaco per una nuova espressione del taglio netto, firma identitaria delle vetture più estreme.

Peugeot 308 R Hybrid, materiali da concept car

Nel posteriore, Peugeot 308 R HYbrid esprime la sua radicalità con una sobrietà straordinaria mentre il fascione paracolpi comprende due deflettori che contribuiscono a gestire la temperatura della batteria mediante l’estrazione dell’aria calda. L’apertura delle porte rivela un abitacolo di grande effetto, strutturato intorno a una consolle centrale trasversale e a quattro sedili sportivi. Per la prima volta, Peugeot 308 R HYbrid adotta, su una base di produzione di serie, alcuni materiali finora proposti esclusivamente sulle concept car. Infatti la plancia è ricoperta in un tessuto realizzato con tessitura digitale. I materiali e i colori adottati evidenziano l’obiettivo della Peugeot 308 R HYbrid: le prestazioni. Per Peugeot Sport si è trattata di una vera e propria sfida, sviluppare una catena di trazione ibrida benzina plug-in ultra-prestazionale, integrarla nella piattaforma EMP2 e stabilire nuovi limiti in termini di prestazioni.

Peugeot 308 R Hybrid, prestazioni notevoli

Il risultato è all’altezza della sfida: con una potenza di 500 CV e quattro ruote motrici, Peugeot 308 R HYbrid raggiunge i 250 km/h, velocità limitata elettronicamente, compie gli 0-100 km/h in appena 4,0 secondi e copre i 1000 m partenza da fermo in soli 22,0 secondi. Nonostante ciò, le emissioni di CO2 sono di soli 70 g/km. Con una ripartizione del 60% sull’anteriore e del 40% sul posteriore, Peugeot 308 R HYbrid ha un rapporto peso/potenzadi appena 3,1 kg/CV. La catena di trazione riunisce tre fonti di potenza che possono motorizzare il veicolo, in modo indipendente l’una dall’altra: il 4 cilindri benzina 1.6L THP 270 S&S, motore con la potenza specifica più alta del mondo per questa cilindrata, un motore elettrico con una potenza di 115 CV collegato al cambio a 6 rapporti, un motore elettrico, con le stesse caratteristiche, sul retrotreno.

Peugeot 308 R Hybrid, frenata a recupero di energia

Per garantire un comportamento dinamico irreprensibile, le masse sono state ricentrate e abbassate al massimo. La batteria agli ioni di litio da 3 kWh con un eccellente rapporto potenza/compattezza è posizionata sotto i sedili posteriori, al posto del serbatoio della benzina. Quest’ultimo, con un volume di 50 litri, è ora collocato nel bagagliaio insieme al motore elettrico e ai due trasformatori. L’impianto frenante presenta dischi anteriori ventilati di 380 mm con pinze a quattro pistoncini e dischi posteriori da 290 mm. Proprio la frenata a recupero di energia è una delle tre soluzioni per ricaricare la batteria mentre il motore elettrico anteriore può essere utilizzato come generatore, mosso dal motore benzina. Un terminale di ricarica rapida ripristina la capacità massima della batteria in soli 45 minuti.