Peugeot 308 Mi16 è la nuova auto del Leone nel Campionato Italiano Turismo che segna il ritorno della casa francese nella competizione. La vettura nasce come Peugeot 308 Gti 250 CV ma è stata battezzata con la storica sigla Mi16 che rievoca i fasti della gloriosa 405 da pista degli anni Novanta. La Peugeot 308 Mi16 verrà schierata in configurazione TCS (Turismo di serie) e potrà contare su pochissime trasformazioni. Tali modifiche riguarderanno principalmente gli ammortizzatori, lo sviluppo della centralina, l’impianto frenante e lo scarico.

La vettura si trova attualmente in Sparco per il montaggio del roll bar omologato e saldato ma i tecnici della 2T Course & Reglage, insieme a quelli di Procar, stanno lavorando sugli ulteriori sviluppi delle parti meccaniche e della centralina: “Portare al debutto un’auto ‘nuova’ è sempre un’emozione - ha dichiarato Massimo Arduini, team manager e pilota -. Pur essendo iscritti nella classe fino a 1.6 Turbo, contiamo di poter competere con le più potenti 2.0 Turbo grazie al minuzioso lavoro che stiamo portando a termine e ai numerosi test previsti. Trovo poi la livrea della 308 Mi16 bellissima! A giorni potremo anche annunciare il nome del pilota che mi affiancherà in questa avventura. Per ora posso solo dire che entrambi siamo “esperti” in questo tipo di gare e che abbiamo corso insieme ai tempi della Honda, vincendo nel 2008 un titolo italiano”.

La trasformazione sulla Peugeot 308 Mi16 ha riguardato in primis i freni: la 2T Course&Reglage si è voluta affidare al leader mondiale dei sistemi frenanti: Brembo Racing. Pur mantenendo le dimensioni originali, Brembo ha sviluppato appositamente per la sportivissima Peugeot 308 dischi autoventilanti in due specifiche, Heavy Duty e Light Duty, che verranno utilizzati a seconda della severità dei tracciati. Per quanto riguarda il materiale d’attrito (pastiglie), verranno selezionate durante i primi test quelle più adatte, con mescole utilizzate da vetture GT in occasione della 24 Ore di Le Mans.

Per gli ammortizzatori la tecnologia è ereditata dal Mondiale Turismo (WTCC) con Ohlins 4 vie e tecnologia TTX. Lo scarico presenta un diametro di 65 mm in inox e collettore ottimizzato, frutto del lavoro della Supersprint al fine di erogare 12/15 cavalli in più rispetto a quello originale. A livello di centralina, invece, la scelta della versione da 250 cv al posto della più potente 271 cv è stata obbligata a causa dell’impossibilità di poter disattivare tutti i controlli (Abs, Esp, airbag, ecc).

Sparco, oltre a fornire un robusto roll bar, si è anche occupata di equipaggiare la Peugeot 308 Mi16 con il meglio della tecnologia in materia di sicurezza, con particolare attenzione al fattore leggerezza, fondamentale per adeguare il rapporto peso/potenza. Anche il materiale ignifugo dei piloti verrà realizzato dall’azienda italiana.