Dopo l’allestimento GT Line, e in attesa della GTi, tocca alla Peugeot 308 GT regalare una buone dose di sportività all’affermata berlina del Leone. Auto dell’Anno 2014 e Auto Europa 2015, la 308 ha conquistato molti clienti e nei primi due mesi del 2015 ha praticamente raddoppiato le vendite rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Ora viene proposta nel secondo step di sportività deciso dalla casa francese che convince sia in termini estetici che di prestazioni. Esteticamente il frontale della Peugeot 308 GT mette in risalto il leone che s’inserisce nella calandra caratterizzata dai tre artigli orizzontali mentre i proiettori si compongono di elementi a 62 LED. Gli esclusivi indicatori di direzione presentano una visualizzazione dinamica, dall’interno verso l’esterno, mentre passando alla fiancata spiccano le minigonne sottoporta e inediti cerchi sportivi diamantati da 18″ ospitati dai pneumatici Michelin Pilot Sport 3. Da dietro colpisce soprattutto per il diffusore nero laccato e il doppio terminale di scarico con la firma GT in evidenza su calandra, portellone e parafanghi anteriori.

Peugeot 308 GT con un grande touchscreen Redline

La gamma di tinte carrozzeria della Peugeot 308 GT si arricchisce dell’esclusivo Blu Magnetic che evoca il blu riservato storicamente alle vetture da competizione francesi. All’interno si fanno apprezzare il cielo del tetto nero antracite e le impunture a vista rosse che caratterizzano i rivestimenti in TEP e Alcantara di serie (o in Pelle Club Nappa in opzione). Non mancano i tappetini dedicati, anch’essi con un tocco di rosso, la pedaliera e il battitacco in alluminio. L’ergonomia del Peugeot i-Cockpit presenta il classico volante ridotto, specifico con la pelle traforata e la sigla GT, regolabile in altezza e profondità. Il quadro strumenti, posizionato nell’asse visivo per non distogliere lo sguardo dalla strada, presenta un inedito sfondo con un motivo a scacchi con il grande touchscreen Redline, con prevalenza di colori rosso e nero.

Peugeot 308 GT, nuovo cambio automatico EAT6

La Peugeot 308 GT è proposta in versione berlina e station wagon in due motorizzazioni, benzina e diesel. Il quattro cilindri benzina 1.6 THP 205 CV S&S è abbinato a un cambio meccanico a 6 rapporti per un rapporto peso/potenza di soli 5,85 kg/CV che si traducono in 7,5 secondi per l’accelerazione da 0 a 100 km/h grazie a una coppia di 285 Nm. Nonostante le prestazioni, le emissioni di CO2 e i consumi si annunciano contenuti, a partire da 130 g/km e 5,6 l/100 km. Ancor più interessante il quattro cilindri 2.0 BlueHDi che eroga una potenza di 180 CV con una coppia massima di 400 Nm (a 2000 giri). Le emissioni si fermano a 103 g/km per un consumo dichiarato che non supera i 4 litri ogni 100 km nel misto, dato interessante se si punta su una lunga percorrenza. Tra gli aspetti maggiormente apprezzati nel nostro primo contatto c’è sicuramente il nuovo cambio automatico EAT6: in abbinamento al motore diesel, presenta un convertitore di coppia e rappresenta una novità del gruppo PSA, progettata e sviluppata in collaborazione con Aisin AW. Grazie alla tecnologia Quickshift, l’ EAT6 permette cambiate rapide, innesti precisi e permette la scalata “doppia” con i paddle al volante o anche premendo soltanto l’acceleratore. Un modello sportivo che coniuga grinta e comodità, che possono alternarsi a seconda del tipo di guida che vogliamo impostare.

Peugeot 308 GT, ESP disinseribile e Driver Sport Pack

Sette i kg guadagnati dalla Peugeot 308 GT grazie soprattutto alla riduzione dello spessore delle pareti del carter. L’assetto è ribassato di 7 mm sull’anteriore e di 10 mm sul posteriore mentre le sospensioni (anteriori Pseudo Mc Pherson, posteriori a traversa deformabile) hanno regolazioni specifiche per una rigidità che si annuncia aumentata del 10% all’anteriore e del 20% al posteriore. La tenuta di strada è eccellente anche dove l’aderenza scarseggia e lo sterzo ad assistenza variabile elettrica trasmette subito sicurezza. Notevole anche l’impianto frenante che si basa su una centralina Bosch 9CE che ripartisce lo sforzo tra i quattro dischi. Per un maggiore divertimento, l’ESP di serie, specifico e con taratura sportiva, è disinseribile. Sulla Peugeot 308 GT è disponibile di serie il Driver Sport Pack, azionabile con un pulsante, su entrambe le motorizzazioni: obiettivo regalare un’esperienza di guida sportiva sia in termini visivi che di sound. La sonorità del motore più amplificata e più sportiva grazie all’impianto Hi-Fi che dialoga con la centralina mentre il quadro strumenti consente di visualizzare potenza, coppia, pressione di sovralimentazione, accelerazione longitudinale e trasversale. Il listino della Peugeot 308 GT parte da 28.600 euro per la berlina 1.6 THP. Servono 900 euro in più per averla in versione Station Wagon mentre il 2.0 BlueHDi, abbinato al cambio automatico EAT6, è proposto a 32.200 euro.