Peugeot 3008 è una vettura che non ha bisogno di presentazioni. La sua seconda generazione ha conquistato tutti per il design, per l’originalità, per la comodità e per la praticità. Ma non è tutto, perché questo SUV ha anche molto da raccontare in termini di motorizzazioni. L’Auto dell’Anno 2017 è equipaggiata con motori a benzina che combinano un perfetto rapporto tra prestazioni ed efficienza. Sono motori turbocompressi molto leggeri, che esaltano il piacere di guida che Peugeot 3008 può offrire. Si parte dal più piccolo PureTech fino ad arrivare al più grande THP.

Unità PureTech e THP, per esaltare il piacere di guida

I PureTech sono motori turbo sovralimentati, che nella Peugeot 3008 trovano una collocazione perfetta. Nella 3008 si trova con un solo range di potenza e si tratta di un 1.2 litri di cilindrata da 131 CV a 5.500 giri al minuto, capace di sviluppare una coppia massima di 230 Nm a 1750 giri al minuto. Con il cambio manuale a sei rapporti le prestazioni ci dicono che l’accelerazione da 0-100 km/h si compie in 10,8 secondi, mentre la velocità massima è di 188 km/h. Il consumo medio nel ciclo combinato è di 5,1 litri ogni 100 chilometri. Se invece del cambio manuale, venisse scelto l’automatico EAT6, prestazioni e consumi muterebbero leggermente. L’accelerazione da fermo a 100 km/h si compie in 10,5 secondi, mentre la velocità massima rimane di 188 km/h. Il consumo cresce leggermente, e nel ciclo combinato è di 5,3 litri ogni 100 chilometri.

Il motore THP è abbinato esclusivamente alla trasmissione automatica EAT6, e si tratta di 1.6 litri da 165 CV a 6.500 giri al minuto. La sua coppia massima è di 300 Nm a 1.750 giri al minuto. La prestazioni crescono sensibilmente e l’accelerazione da 0-100 km/h si compie in 8,9 secondi, mentre la velocità massima raggiunge i 206 km/h. Il consumo medio nel ciclo combinato è di 6,0 litri ogni 100 chilometri. Queste unità rappresentano uno dei punti di forza della Peugeot 3008 che ha conquistato consensi ad ogni latitudine.