Ancora una vittoria per la Peugeot 3008 DKR Maxi al Silk Way Rally con Sébastien Loeb e Daniel Elena in una quarta giornata decisamente complicata. L’equipaggio incrementa il proprio distacco dagli altri piloti in classifica generale e beneficia degli inconvenienti occorsi alle altre vetture del Leone.

In particolare, Stéphane Peterhansel si è ribaltato due volte al 43° chilometro della speciale perdendo ben 2 ore. Fortunatamente è riuscito a riparare la sua Peugeot DKR abbastanza velocemente rispettando i tempi regolamentari. Situazione simile ma meno complessa quella di Cyril Despres, che è rimasto in un fosso per diverso tempo prima di uscirne con l’aiuto di un altro concorrente. In questo caso la perdita di tempo è stata di 48 minuti.

Le difficoltà dei piloti sono state create dalle piogge e dal fango che hanno contraddistinto le due sezioni della tappa e alla fine Sébastien Loeb, che è riuscito a superarla indenne, ha accumulato 1 ora e 7 minuti di vantaggio in classifica generale dai suoi inseguitori.

Bruno Famin, Direttore di Peugeot Sport,  esprime grande soddisfazione: “la tappa di oggi è stata una di quelle giornate memorabili, tipiche del Silk Way Rally. Prevedevamo di dover affrontare questo tipo di sfide, perché bisogna essere pronti a tutto quando si disputa un rallyraid. Bisogna sempre affrontare queste gare con rispetto e umiltà. Il minimo problema, il minimo eccesso di ottimismo ci può mettere di fronte a quello che abbiamo vissuto oggi. Stéphane è quello che ha perso più tempo ribaltandosi più volte al 43° chilometro. Ha potuto riparare la vettura nella speciale, ma dobbiamo dovuto aspettare il suo ritorno al bivacco per verificare le condizioni. Cyril è rimasto intrappolato in una frenata ed è caduto in un fosso. Fortunatamente, un altro concorrente lo ha soccorso con il suo camion. La Peugeot DKR ha potuto continuare senza conseguenze. Per Sebastien, è stata un’altra giornata perfetta. Il divario in testa alla classifica aumenta. La situazione si evolve necessariamente. Non ci sarà più bisogno di correre gli stessi rischi per rimanere davanti. Ma è ancora troppo presto per parlare di strategia”.

Anche Sébastien Loeb è risultato decisamente appagato dall’esito della tappa ed ha avuto parole favorevoli per la 3008 DKR Maxi. “Per noi le cose sono andate bene e abbiamo evitato grossi errori. Ma devo confessare che le condizioni di oggi erano le più difficili che abbia mai incontrato nella mia carriera nei rally-raid. Con le piogge torrenziali, non avevamo nessuna aderenza ed era impossibile dire se fossimo nel posto giusto. Le frenate erano particolarmente difficili. La strada era così scivolosa che la vettura non voleva fermarsi, slittava sul fango. Nonostante tutto, penso che abbiamo trovato il giusto ritmo e Daniel è stato perfetto nella navigazione. La Peugeot DKR Maxi mi dà più fiducia nell’affrontare questo tipo di strade. Mi dà la sensazione di essere più stabile ed è importante quando le condizioni sono estreme come quelle di oggi”.