Peugeot 208 GPL debutta sul mercato. Un anno dopo l’avvio della commercializzazione della compatta del Leone, arriva nei concessionari anche la versione alimentata a GPL: grazie anche al notevole sviluppo tecnologico e all’evoluzione dell’elettronica avvenuti in questi anni, le vetture a gas hanno conquistato una presenza significativa sul mercato nazionale, soprattutto nel segmento B, il più “sensibile” a questo tipo di impianto, dove, a fine 2015 per la carrozzeria berlina era presente sul 15% delle vetture immatricolate, dopo un 44% di alimentazione benzina e 35% diesel.

Proprio per soddisfare le attese di una clientela attenta ai consumi, ma che non compromettono le prestazioni, già nel 2013 Peugeot 208 si era proposta in una versione GPL che aveva riscosso un apprezzabile successo. Ora in gamma arriva la nuova alimentazione: l’impianto è dell’azienda specialista Landi Renzo è abbinato al tre cilindri benzina PureTech 82. La Peugeot 208 GPL risponde alla normativa Euro 6 e beneficia della garanzia ufficiale del Leone. Infatti, l’impianto è installato in fabbrica, a Trnava (Slovacchia), direttamente sulla linea di produzione della Peugeot 208.

Per assicurare prestazioni e affidabilità anche con questa alimentazione, il tre cilindri PureTech da 82 CV è dotato di una testata dedicata, con valvole e sedi valvole rinforzate. L’impianto è dotato di un serbatoio GPL toroidale di 33,6 litri collocato nell’alloggiamento della ruota di scorta, sotto il pianale del bagagliaio, e di una valvola per il rifornimento a fianco del bocchettone della benzina. Le modifiche non hanno alcun impatto sulla capacità del vano di carico e sull’estetica della vettura.

Peugeot 208 GPL è disponibile con carrozzeria a tre e a cinque porte e nei tradizionali allestimenti Access, Active ed Allure. I prezzi partono dai 14.550 euro della versione 3 porte Access fino ai 18.150 euro della versione 5 porte Allure.