Esposta al salone Auto e Moto di Padova (20-23 ottobre 2016) nello stand del Leone la Peugeot 205 CTi Gutmann. Una delle poche, forse l’unica importata dalla Germania con l’elaborazione del famoso tuner tedesco.

CHI È GUTMANN

Nel 1968, il ventenne Kurt Gutmann, buon pilota dilettante, inaugura un proprio autosalone a Breisach, cittadina tedesca ad una cinquantina di chilometri a nord di Mulhouse. Dieci anni più tardi inizia a lavorare sulle Talbot Horizon; nel 1982, con l’integrazione della Talbot alla rete del Leone, la Gutmann cresce fino a diventare il tuner Peugeot più importante a livello mondiale. Ampiamente riconosciuta le sua capacità di elaborazione sia meccanica che estetica delle vetture.

160 CV

Base la 205 CTI, sotto si nasconde un motore dalle sensazioni forti, abbinato al piacere di sentire il vento tra i capelli, un mix perfetto tra sportività ed eleganza. Gli Anni ’80 sono anni in cui anche il tuning si esprime con prodotti esasperati. Gutmann applica alla 205 la testata a 4 valvole del motore che equipaggia la 309 sportiva ed elabora sia la meccanica che la carrozzeria. Rispetto alla versione di serie il propulsore presenta una testata a 4 valvole per cilindro che innalza la potenza da 130 a 160 CV. Lo scarico è sportivo con terminale marchiato Gutmann. Ovviamente la centralina di iniezione viene ri-mappata e si aggiungono il radiatore olio e un filtro aria sportivo.

IL TOCCO DEL MAESTRO

Quanto al telaio, le sospensioni sono ribassate di 30 mm, cerchi in lega originali della versione 1.900 con pneumatici 195/50-15 e una barra duomi in duralluminio rende la vettura più reattiva. Le pastiglie possono contare su una mescola speciale, mentre il disco frizione è rinforzato e sinterizzato. Il cambio ha una scalatura diversa con rapporto 3,94 (invece di 3,68) e quinta marcia
con rapporto finale di 0,81 (invece di 0,86). Nella carrozzeria troviamo: il logo Gutmann sotto la scritta CTI sul portellone, il cofano motore più alto (quello della versione 205 Automatic), il cruscotto originale Gutmann con la strumentazione con colore blu, il pomello cambio originale e il volante 3 razze, originale con il logo CTI.

Il giorno 21 ottobre 2016 19:45, Manuel Magarini <manuel.magarini@gmail.com> ha scritto:
Esposta al salone e Moto di Padova (20-23 ottobre 2016) nello stand del Leone la Peugeot 205 CTi Gutmann. Una delle poche, forse l’unica importata dalla Germania con l’elaborazione del famoso tuner tedesco.

CHI È GUTMANN

Nel 1968, il ventenne Kurt Gutmann, buon pilota dilettante, inaugura un proprio autosalone a Breisach, cittadina tedesca ad una cinquantina di chilometri a nord di Mulhouse. Dieci anni più tardi inizia a lavorare sulle Talbot Horizon; nel 1982, con l’integrazione della Talbot alla rete del Leone, la Gutmann cresce fino a diventare il tuner Peugeot più importante a livello mondiale. Ampiamente riconosciuta le sua capacità di elaborazione sia meccanica che estetica delle vetture.

160 CV

Base la 205 CTI, sotto si nasconde un motore dalle sensazioni forti, abbinato al piacere di sentire il vento tra i capelli, un mix perfetto tra sportività ed eleganza. Gli Anni ’80 sono anni in cui anche il tuning si esprime con prodotti esasperati. Gutmann applica alla 205 la testata a 4 valvole del motore che equipaggia la 309 sportiva ed elabora sia la meccanica che la carrozzeria. Rispetto alla versione di serie il propulsore presenta una testata a 4 valvole per cilindro che innalza la potenza da 130 a 160 CV. Lo scarico è sportivo con terminale marchiato Gutmann. Ovviamente la centralina di iniezione viene ri-mappata e si aggiungono il radiatore olio e un filtro aria sportivo.

IL TOCCO DEL MAESTRO

Quanto al telaio, le sospensioni sono ribassate di 30 mm, cerchi in lega originali della versione 1.900 con pneumatici 195/50-15 e una barra duomi in duralluminio rende la vettura più reattiva. Le pastiglie possono contare su una mescola speciale, mentre il disco frizione è rinforzato e sinterizzato. Il cambio ha una scalatura diversa con rapporto 3,94 (invece di 3,68) e quinta marcia
con rapporto finale di 0,81 (invece di 0,86). Nella carrozzeria troviamo: il logo Gutmann sotto la scritta CTI sul portellone, il cofano motore più alto (quello della versione 205 Automatic), il cruscotto originale Gutmann con la strumentazione con colore blu, il pomello cambio originale e il volante 3 razze, originale con il logo CTI.