La Peugeot ha seguito le tendenze di mercato proponendo al pubblico, nel 2013, un piccolo crossover di segmento B, la Peugeot 2008. Derivata dalla 208, si contraddistingue per un look più aggressivo e deciso, che strizza l’occhio al mondo delle sport utility sotto diversi punti di vista. Il muso è alto ed importante, senza essere troppo esteso in lunghezza (un vantaggio quando vi tocca cercare parcheggio), e si raccorda piuttosto bene al padiglione, che sale dolcemente all’altezza del parabrezza. I fari anteriori sono abbastanza piccoli ed aggressivi, con anche le immancabili luci diurne a LED, mentre al centro del frontale spicca la mascherina cromata trapezoidale, marchio di fabbrica della casa del Leone. Su tutta la parte inferiore della carrozzeria e su entrambe le fasce paraurti ci sono delle protezioni in plastica nera, un vero alleato in caso di piccoli urti, ma anche un elemento di stile che le da un’aria un po’ più fuoristradistica.

Al posteriore ci sono dei gruppi ottici personali, che si estendono orizzontalmente fino ad abbracciare le fiancate con due prolungamenti, quasi a formare una “C”. Se fate bene attenzione notate che ci sono anche varie cromature che abbelliscono la linea, alcune delle quali anche molto particolari e distintive. Un esempio? Il listello cromato posizionato sopra ai finestrini degli sportelli posteriori o la cromatura che avvolge lo spoiler sopra al lunotto. Sulle versioni più ricche della Peugeot 2008 alla base degli sportelli c’è una modanatura cromata che impreziosisce la vista laterale, mentre su tutte ci sono due bei scivoli satinati su entrambi i paraurti. E, in generale, l’estetica ci guadagna molto se optate per i cerchi in lega da 17 pollici di diametro con finitura bicolore.