La Peugeot 2008 è stata presentata in questi giorni in anteprima mondiale al salone di Ginevra. Con questo modello la casa del leone colloca un crossover nel segmento B del mercato, elaborando l’esperienza maturata con la 3008. I mercati d’elezione per la 2008 saranno Europa, Asia e Sudamerica. Gli esemplari destinati al nostro continente verranno prodotti nella fabbrica francese di Mulhouse. Le vendite cominceranno in questa primavera. I modelli di questa particolare tipologia sono a metà strada fra Suv e utilitaria; di conseguenza, le caratteristiche della 2008 evidenziano facilità di guida, agilità, spazio, brillantezza, adattamento e praticità, notevole leggerezza (massa di soli 1045 chili).

Aspetto esterno: 4,16 metri di lunghezza e 1,74 di larghezza; pneumatici M+S montati su cerchi in lega da 17 pollici; massicci paraurti scuri per assicurare una buona protezione contro le manovre cittadine e fascioni laterali con inserti cromati; ampie superfici vetrate e tetto apribile panoramico; luci a Led.

Tecnologia: spicca il sistema Grip Control: è un dispositivo che ottimizza la trazione in condizioni di scarsa aderenza, intervenendo sulla coppia alle ruote anteriori; il guidatore può selezionare complessivamente cinque modalità: standard, per strada normale e bassa scivolosità; neve, fino a 50 Km/h; generale (All-terrain), fino ad 80 Km/h, trasferisce la massima coppia alla ruota con maggiore aderenza; sabbia, fino a 120 Km/h, mantiene la coppia su entrambe le ruote motrici per limitare il rischio d’insabbiamento; Esp Off, totale disinserimento del sistema. Questo sistema avvicina il tipo di controllo ottenibile a quello di una vettura a quattro ruote motrici, senza aggiungere il peso dell’apparato di una trazione integrale.

Motori: la 2008 monta una nuova generazione dell’efficiente propulsore a benzina 1.2 frazionato su tre cilindri, ad iniezione indiretta multipoint, testata in lega d’alluminio e quattro valvole per cilindro. Il downsizing dei cilindri consente un guadagno di 21 Kg rispetto ad un 4 cilindri di pari potenza; gli ingegneri Peugeot hanno lavorato molto sulla riduzione degli attriti (che da sola generalmente provoca lo spreco di un quinto della potenza), abbattendola del 30%; altri interventi sui materiali, sul disegno dell’aerodinamica interna della camera di scoppio e sui parametri dell’iniezione hanno consentito di ottenere emissioni tra i 99 e i 114 grammi di CO2 per chilometro, per il 1.2. Il motore con questa cilindrata ha 82 cavalli; la versione e-Vti, che monta un cambio automatico, ha anche il dispositivo Stop&Start, che spegne il motore nelle brevi soste; disponibile anche un 1.6 da 120 cavalli ed emissioni di 135 grammi/Km. Successivamente verrà reso disponibile anche un motore turbo, siglato e-THP, da 110 e 130 cavalli, anch’esso con Stop&Start.

Il diesel HDi ha il filtro antiparticolato e offre quattro versioni: 1.4 da 68 cavalli e cambio manuale a 5 marce, 1.6 da 92 cavalli e cambio manuale a 6 marce, 1.6 con 92 cavalli e cambio automatico a 6 rapporti, 1.6 da 115 cavalli e cambio manuale da 6 rapporti. I 1.6 dispongono del sistema Stop&Start.

Connettività: la 2008 integra il sistema Peugeot Connect Apps, che offre una connessione dati 3G permanente, funzionante in 17 nazioni senza costi addizionali di roaming; in questo modo tutte le informazioni utili alla guida vengono aggiornate in tempo reale grazie alla rete internet.

Nello stand di Ginevra la Peugeot ha esposto anche la versione Hybrid Air della 2008 (in comune con la Citroën C3), che ha un’innovativa alimentazione ibrida benzina-aria compressa: l’obiettivo è quello di raggiungere consumi di 2 litri per 100 Km.