Il segmento dei crossover compatti è uno dei più interessanti di tutti. Un po’ perché queste vetture seguono la moda delle auto rialzate, dei SUV e compagnia bella, un po’ perché quelle più compatte vi permettono di togliervi lo sfizio senza dovervi svuotare il portafogli. Il prezzo d’acquisto non è eccessivo, i consumi non sono elevati e tutte le spese di gestione sono abbordabili.

In questo segmento una delle più gettonate è la Peugeot 2008, la proposta del Leone derivata dalla 208 e con tante caratteristiche interessanti. E’ compatta ma spaziosa, ha interni ben rifiniti e molto high-tech, un’ampia gamma di motori Euro 6 ed un look personale ed aggressivo. Si tratta di un modello più votato alla strada che all’offroad, come dimostra l’assenza della trazione integrale anche come optional.

La rivale per eccellenza della Peugeot 2008 è sicuramente la Renault Captur, anch’essa francese ed anch’essa offerta solo con la trazione anteriore. Le dimensioni esterne sono quasi identiche e la gamma di motorizzazioni è decisamente simile.

Ma il segmento è molto affollato: ci sono anche quelle più particolari, come la Nissan Juke, dallo stile talmente particolare che non proprio a tutti piace. Oppure, sempre dal Giappone, ci sono anche la Suzuki Vitara, fresca di lancio e disponibile anche in versione 4×4, e la recentissima Mazda CX-3, dotata di uno stile molto aggressivo e filante. Un altro modello molto gettonato è la Opel Mokka.

Sconfinando un po’ nel settore premium, non possiamo che pensare anche alla Fiat 500X o alla Mini Countryman, entrambe un po’ più costose della Peugeot 2008 e con la possibilità di avere anche la trazione integrale. Per chi pensa di farne un uso fuoristradistico, anche la Jeep Renegade può essere una valida alternativa, anche se più costosa e leggermente più grossa.