La Peugeot 2008 DKR ha iniziato la preparazione alla Dakar 2016. I primi test sul motore sono partiti a febbraio nei dintorni di Parigi. Poi Carlos SainzStéphane Peterhansel Cyril Despres hanno percorso parecchi chilometri a Saragozza. Una delle tappe intermedie sarà il China Grand Rally, in programma dal 29 agosto al 12 settembre 2015: al via ci saranno Peterhansel e Jean-Paul Cottret mentre Despres correrà con David Castera copilota.

Peugeot 2008 DKR: prossimo obiettivo il China Grand Rally

“Dopo la Dakar, come al solito, ho staccato totalmente la spina per recuperare - ha detto l’undici volte vincitore della Dakar - . Dai debriefing ai primi giri di ruota il tempo è passato in fretta. Ad ora ho già partecipato a 3 sedute di prova. Ma il piano d’azione promette bene. Sono felicissimo dell’impegno nel China Grand Rally, perché è importante partecipare a delle gare, per tenere alto il livello e la performance. I piloti hanno bisogno di adrenalina, sensazioni ed emozioni! Ma sono contento di tornare in Cina, perché offre un’incredibile varietà di terreni. Mi è piaciuta molto la Parigi-Mosca-Pechino, e il territorio attraversato da ovest a est. Presenta un enorme potenziale di tracciati. Non so se le piste che affronteremo saranno così, ma una cosa è certa: sarà un bellissimo rally”. 

Peugeot 2008 DKR: prossimo obiettivo il China Grand Rally

Comincia a prendere forma anche il percorso di Cyril Despres: “Dal mio arrivo in Peugeot tutto si è svolto velocemente, e non sapevo cosa aspettarmi. Al ritorno dalla Dakar mi sono fermato per riflettere e fare il punto della situazione. Da allora ho guidato su ghiaccio, su circuito, e ho la sensazione di aver fatto passi avanti nelle prove o durante la gara in auto o al rally delle Causses su una 208 R2. Prima avevo troppa poca grinta al volante ma adesso posso dirlo: sono un pilota automobilistico! In Marocco sono tornato in scena, e ho trascorso un’eccellente giornata di prove, con grande feeling con la vettura. Riesco a capirla meglio. Ho anche guidato per la prima volta con David. Gilles Picard poteva essere con me solo nella prima Dakar. Ma con David, che conosco da 15 anni per la moto, mi sono trovato subito”.  In Cina non ci sarà Carlos Sainz ma la sua voglia di Dakar è più viva che mai: “La preparazione per il 2016 è iniziata in fretta ma il lavoro di modifica sulla vettura lo richiedeva. Abbiamo già guidato in Spagna dove ho potuto apprezzare le migliorie al motore della Peugeot 2008 DKR. E ora continuiamo il lavoro di sviluppo approfondito in Marocco. Ma aspetto con ansia le notevoli modifiche al telaio, per migliorare il feeling con l’auto”.