Dopo aver provato lo scorso giugno la Peugeot 108, abbiamo avuto modo di effettuare un test drive più approfondito della piccola del Leone ) che ha mandato in pensione la 107, forte di 126.000 ordini dal 2005. Abbiamo passato qualche giorno con una 108 TOP! 5 porte bianca con tettuccio apribile viola e dotata del 1.2 PureTech. Proposta in due varianti di carrozzeria, berlina (tre e cinque porte) e decappottabile, la Peugeot 108 ha riservato diverse sorprese. Ecco i cinque motivi per cui dovrebbe essere presa in considerazione da coloro che cercano una city-car.

1) Un design inconfondibile

Costruita insieme a Citroen C1 e Toyota Aygo, la Peugeot 108 si differenzia nettamente grazie a un design marcato che rimanda al brand del Leone. La “piccola 308″, come è stata ribattezzata da molti, convince sia esternamente che internamente. Il frontale trasmette una sensazione di robustezza strutturale mentre il nero e il cromo dei gruppi ottici si rivela d’impatto. Di profilo, la compattezza è evidenziata dagli sbalzi ridotti mentre il raccordo con il posteriore avviene grazie ai gruppi ottici, che con il loro effetto 3D, fanno emergere dalla carrozzeria la firma luminosa a tre artigli. Internamente la consolle centrale presenta un grande touchscreen da 7″ abbinato al sistema di accensione senza chiave (keyless system). Tutte le informazioni essenziali sono accessibili e concentrate per una facile lettura. Funzionale e semplice il sistema Mirrorlink per la navigazione che dupica il sistema dello smartphone e consente di dire addio al navigatore.

2) Massima espressione della personalizzazione

Il punto forte della Peugeot 108 è decisamente la personalizzazione, sempre più importante nella società contemporanea. La possibilità di scegliere 7 universi per un totale di 5.000 combinazioni offre la straordinaria opportunità di avere un’auto sostanzialmente unica, elemento che strizza l’occhio a un pubblico giovane e alle donne. Il tetto in tela (dimensioni 80×76) presenta tre differenti colorazioni ed è particolarmente apprezzato ora che le giornate si fanno più lunghe e calde. A questo si uniscono ben otto tinte di carrozzeria (di cui due in esclusiva Aikinite e Red Purple), sette temi, tre ambienti interni e cinque rivestimenti oltre al design dei cerchi in lega e ai vetri posteriori oscurati. La versione 108 TOP! 5 porte bianca con tettuccio viola si fa apprezzare soprattutto dalle donne ma è solo una delle innumerevoli proposte. C’è davvero l’imbarazzo della scelta (qui tutte le proposte) e per il 2015 Peugeot ha annunciato un ulteriore step di personalizzazione. Staremo a vedere.

3) Motore brillante anche fuori città

L’unità 1.2 PureTech tre cilindri, sviluppata e prodotta dal gruppo PSA, viene commercializzata in abbinamento al cambio manuale a cinque marce (non manca il cambio automatico). Grazie agli 82 cavalli e ai 116 Nm di coppia massima, la vettura raggiunge i 170 km/h e scatta da 0 a 100 km/h in 11 secondi. Prestazione notevoli per una city-car che si sommano a un allungo sorprendente in autostrada e a consumi dichiarati di 4.3 litri per 100 chilometri che non si discostano dai valori reali (ma occhio a non esagerare con l’acceleratore). Frustata a dovere, anche su pavè e sanpietrini, la Peugeo 108 mostra una buona tenuta di strada, migliore rispetto alle bistrattate auto in uso per il car sharing. Nonostante un peso contenuto (855 kg), si muove a suo agio senza temere particolarmente di non temere buche e avvallamenti.

4) Maneggevolezza e comfort garantiti

L’abitacolo si adatta anche ai guidatori più alti: sedile e piantone dello sterzo sono, infatti, regolabili in altezza e permettono una buona visione d’insieme. Se per una city-car è quasi scontato offrire un’ottima maneggevolezza, che rende facilissimo ogni parcheggio, non altrettanto è facile regalare soddisfazioni in ambito extra-urbano o in autostrada. Sulle lunghe distanze la Peugeot 108 non delude e l’abitacolo è abbastanza silenzioso. Il comfort viene garantito anche da un preciso servosterzo elettrico che consente un raggio di sterzata di soli 4,80 metri, grazie ad una lunghezza della vettura contenuta in 3,47 metri e una larghezza di 1,62. Il bagagliaio di 196 litri (espandibile fino a 780 litri) è in grado di contenere fino a quattro grandi sacchi per la spesa avanzando anche spazio.

5) La sicurezza non è trascurata

Dulcis in fundo il capitolo sicurezza che per le city car rappresenta sovente il tasto dolente: non per la Peugeot 108 che oltre a ripartitore elettronico di frenata, assistenza alla frenata di emergenza ed ESP disinseribile, presenta sei airbag (due frontali, due anteriori laterali, due a tendina) e un buon punteggio nei test EuroNCAP: 4 stelle complessive per un 80% di protezione degli occupanti, sia che si tratti di adulti che di bambini. Tra le auto del segmento A è tra le migliori cinque. La Peugeot 108 (qui il nostro primo contatto) viene proposta a un prezzo che parte dai 10.500 e arriva fino a 15.100 euro a seconda degli allestimenti e accessori.