A Monza si è vista una Ferrari in grande spolvero che ha saputo combattere per le posizioni d’onore anche se ha dovuto cedere alla potenza della McLaren e al grande progresso tecnico della Sauber. Intanto, però si parla soprattutto del duello Alonso-Vettel

Il campione del mondo in carica, ancora una volta, è andato a rompere le uova nel paniere della Red Bull. In pratica Alonso ha tentato di sorpassare Vettel e il tedesco si è difeso in un modo che non è sembrato affatto “corretto”, tanto che gli è stata inferta una penalità.

Vietato difendersi? Forse sì, anche se la battaglia tra Alonso e Vettel va avanti da molto tempo. Nel 2011, con una manovra simile a quella della Ferrari, Vettel sorpassò Alonso. La manovra del pilota della Red Bull è stata praticamente perfetta e il sorpasso è entrato nella storia.

Stavolta, invece, il sorpasso di Alonso ai danni di Vettel non è andato a buon fine e l’incidente si è trasformato in una penalità per il tedesco. La manovra può essere considerata pericolosa ma è anche vero che le due monoposto andavano davvero molto veloce.

A questo punto i piloti chiedono che siano messe nere su bianco le manovre che possono produrre una certa penalità.