Jerez de la Frontera è il primo appuntamento europeo del MotoGp e c’è molta attesa per il responso che darà questo tracciato, la stessa pista su cui sono stati condotti i test invernali. Chissà cosa riusciranno a fare Pedrosa e StonerLo scorso inverno a Jerez ci sono state le prove dei piloti del motomondiale che hanno evidenziato una netta supremazia della Repsol Honda. Non andarono male nemmeno le Ducati anche se il meteo, in quell’occasione, ci mise lo zampino.

Pedrosa e Stoner, forti di una moto altamente competitiva anche dopo le modifiche strutturali legate al nuovo regolamento, sono sicuri di poter far bene in Spagna. Speranza di replicare e migliorare il risultato ottenuto a Losail, dove Pedrosa è arrivato secondo e Stoner è finito sul gradino più basso del podio.

I dati raccolti durante le prove erano questi. Stoner aveva ottenuto il miglior tempo fermando il cronometro sul 1’38”780 e Pedrosa aveva fatto poco peggio con un crono di 1’39”.157. Dani, in più, dalla sua ha la voglia di festeggiare nel migliore di modi il suo centesimo gran premio nel Motomondiale.

Anche il ricordo delle vittorie passate lo aiuta visto che a Jerez, Pedrosa è salito sempre sul podio ottenendo due vittorie e poi cinque secondi posti.