La guida, si sa, è un’attività delicata, in quanto la carenza d’attenzione potrebbe risultare decisamente pericolosa sia per chi è a volante di un veicolo che per le persone che viaggiano negli altri mezzi presenti sulla strada.

Per questo, dal prossimo anno, la direttiva europea del 1 luglio 2014, che rende obbligatori sia interventi diagnostici che terapeutici e di follow-up per maturare l’idoneità alla guida nei soggetti con sospetta Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno, entrerà in vigore.

Così, gli automobilisti che potrebbero essere dei potenziali soggetti colpiti da questa patologia, dovranno superare dei controlli medici approfonditi prima di ricevere o rinnovare la patente. Ovviamente, si tratta di una questione di sicurezza, ma al momento, il provvedimento suscita più di una perplessità, in quanto non esiste ancora un protocollo medico in Europa per l’effettiva valutazione della patologia in questione.

Di conseguenza, il Ministero della Salute ha messo in moto ben 2 commissioni tecniche, allo scopo di favorirne l’inserimento legislativo nel codice della strada, tramite il coinvolgimento del Ministero dei Trasporti. Insomma, c’è bisogno di chiarezza per un argomento delicato che ha come tema la sicurezza degli utenti della strada.

D’altra parte, la Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno genera una pericolosa sonnolenza diurna che potrebbe essere deleteria per chi è al volante. Esistono due forme di questa patologia: quella moderata e quella grave. Nella prima, il soggetto che soffre della malattia in questione presenta dalle 15 alle 29 apnee o ipopnee in ogni ora di sonno, mentre nella seconda, queste sono 30 o anche di più ogni 60 minuti.

Sarebbe proprio questa deleteria frammentazione del sonno a far calare lo stato d’attenzione durante le attività giornaliere tra cui, inevitabilmente, anche la guida. Un problema serio da affrontare in maniera risolutiva ed efficace, perché per una volta si ha la possibilità d’intervenire direttamente proprio su una delle cause che possono scatenare gravi incidenti stradali.