Il Gran Premio d’Ungheria è stato impressionante dal punto di vista dei risultati. Il grande atteso è stato sicuramente Fernando Alonso anche se un ennesimo exploit della McLaren era gradito. E in effetti così è stato, visto che ha vinto Button.

Alonso si è dovuto accontentare del terzo posto ma quel che più fa pensare è la grande di Felipe Massa, il quale ha realizzato il miglior giro di tutta la gara.

Nella competizione per il titolo iridano, in pratica, c’è poco da dire visto che la matematica racconta tutto.

Pat Fry, direttore tecnico di Maranello, invece, si è dilungato nello spiegare perché anche il terzo posto ottenuto da Alonso in Ungheria può andar bene. In primo luogo perché le condizioni meteo non erano certo dalla parte delle monoposto del Cavallino.

Poi perché c’è stato qualche problema con le soste. Alonso, per esempio, durante un pit-stop, è stato trattenuto ai box perché stava arrivando una Mercedes e il pilota Ferrari avrebbe dovuto fare una manovra pericolosa.

Ai box ci sono state anche altre imperfezioni che hanno determinato l’accumulo di alcuni centesimi di svantaggio.

Che le prestazioni siano migliorate, non si può negare, visto che dopo Silverstone la Ferrari si è comunque tolta qualche soddisfazione.