Siete interessati ad acquistare un’auto usata, ma non sapete come avvenga e quanto costi il passaggio di proprietà? Niente paura; ecco una piccola guida, con tutte le informazioni indispensabili.

Prima di tutto, prima dell’acquisto, vi consigliamo di controllare la situazione giuridico-patrimoniale del veicolo (eventuali ipoteche, attuali proprietari…), consultando il PRA (Pubblico Registro Automobilistico). In un ufficio Aci, oppure online, avrete tutte le informazioni utili, ad un bassissimo costo: 6 Euro, se in ufficio; 8,81 Euro, se online.

Passiamo al passaggio di proprietà vero e proprio. Come atto di vendita, basta compilare e firmare il retro del CdP (il Certificato di Proprietà), che andrà, poi, convalidato da un funzionario qualificato (un notaio, il Comune o un addetto dell’ufficio Aci).

A questo punto, andrà aggiornata la carta di circolazione entro 60 giorni; per farlo basta avere il libretto di circolazione, un documento valido dell’acquirente ed una marca da bollo da 14,62 Euro. Presentate tutta questa documentazione agli uffici del PRA o alla motorizzazione e, in presenza diretta anche del venditore o con un suo documento e la sua firma certificata, verrà svolta la pratica.

L’ufficio scelto, a seconda da regione in regione, concluderà in brevissimo tempo il passaggio di proprietà, con l’aggiornamento di tutti i documenti relativi.

Quindi, i documenti che servono sono:

  • CdP, ovvero il Certificato di Proprietà
  • Carta di circolazione
  • Codice fiscale dell’acquirente e documenti in corso di validità (anche del venditore)
  • Modulo TT2119, per l’aggiornamento della carta di circolazione

E i costi complessivi saranno:

  • 14,62 Euro: marca da bollo
  • 27 Euro: emolumenti Aci
  • 32 Euro: imposta bollo per trascrizione PRA
  • 9 Euro: diritti Motorizzazione
  • Imposta di Trascrizione Provinciale (IPT): il costo varia in base alla regione di appartenenza ed ai kW dell’auto acquistata.

photo credit: simonov via photopin cc