Paolo e Rossella Simoncelli sono i genitori di Marco, due persone distrutte dalla morte del figlio, come ogni genitore può immaginare. Ma con loro c’è anche la fidanza di Sic che abitava con lui.L’abbiamo vista nel paddock della Honda Gresini, la cara Kate, la fidanzata di Marco Simoncelli che lo seguiva ovunque. È stata consolata dal team di Sic e con il padre del pilota ha condiviso il viaggio di ritorno in Italia.

Non l’abbiamo sentita molto parlare, fino al giorno in cui la trasmissione Matrix ha deciso di intervistarla per costruire la puntata da dedicare al grande pilota. E a quel punto tutta la sua fragilità di fronte alla tragedia, è venuta fuori.

Prima ha detto che non potrà affatto dimenticare Marco, ma al massimo potrà convivere con il dolore per la scomparsa del fidanzato. Dopo l’incidente, visto che aveva perso il casco nell’impatto, Kate ha immediatamente pensato al peggio.

Nella sua testa la convinzione immediata di non potercela fare. Poi il rientro in Italia e la consapevolezza di dover andare avanti. È tornata nella casa che condivideva con Sic e ha pensato di ottenere da lui un segno ricordando la famosa scena di Ghost.

Anche lei dice che Marco sapeva che gli incidenti fanno parte del mestiere ma per chi resta rendersi conto di questa eventualità è più complicato.