Dopo la visita in Sri Lanka, Papa Francesco è approdato nelle Filippine dove si tratterrà dal 15 gennaio al 19 gennaio. Il Pontefice ci ha abituato a scelte inedite per le quattro ruote che utilizza per i suoi spostamenti. Dopo aver utilizzato la Kia Soul per muoversi durante il suo viaggio in Corea del Sud, in occasione della seconda tappa del viaggio in Asia, Bergoglio ha scelto un inedito Isuzu D-Max bianco perla, che è stato trasformato per l’occasione per soddisfare i requisiti del Vaticano.

La Papamobile di Papa Francesco nelle Filippine, infatti, è un D-Max Crew con cabina doppia che è stato spogliato di una parte del tetto per permettere al Santo Padre di avere abbastanza spazio per salutare la gente. Il D-Max può anche ampliarsi a vera e propria pedana mobile, cui è stata aggiunta una poltrona realizzata in pelle bianca italiana e decorata con l’emblema papale. Ci sono voluti due mesi per completare la trasformazione completa del veicolo.  Il Pontefice conferma dunque la scelta di muoversi in una macchina aperta e di puntare su auto poco sfarzose. Stavolta l’Arcivescovo Filippino Luis Antonio Tagle ha prenotato la papamobile per un viaggio sicuro dando fiducia al generoso pick-up lungo oltre 5 metri: “A me fa male quando vedo un prete o una suora con un’auto di ultimo modello” aveva detto tempo fa aggiungendo che la Papamobile dai vetri blindati sembra una lattina per le sardine e non gli permette di salutare la gente.

LEGGI ANCHE

Papa Francesco: tutte le vetture con cui si muove il Pontefice