Raffica di novità per il paniere Istat 2015. L’elenco dei prodotti utilizzato per il calcolo dell’inflazione cambia ancora rispetto allo scorso anno e il 2015 si annuncia l’anno della mobilità sostenibile. Tra le nuove abitudini di consumo delle famiglie italiane, infatti, entrano car e bike sharing che vanno a sommarsi a prodotti alimentari come a biscotti e pasta senza glutine, birra analcolica e bevande al distributore automatico, oltre al caffè al ginseng e l’assistenza fiscale per calcolo delle imposte sulla casa.

Nel paniere Istat 2015 anche il bike sharing

I mezzi di trasporto in condivisione sono in netta crescita sia che si tratti di due e quattro ruote. Il bike sharing è diffuso da anni in diverse città italiane in modalità differenti. Secondo Movimento Lento, a novembre 2014 sono 132 le città che offrono sistemi di condivisione di biciclette: a Milano BikeMi vanta 190 stazioni attive, più di 3.400 biciclette in condivisione e oltre 25.000 abbonati annuali (per Expo 2015 arriveranno 1.000 biciclette a pedalata assistita in 80 nuove stazioni nonchè il nuovo servizio di scooter sharing) mentre Torino con [TO]BIKE annovera circa 116 stazioni e 1.200 bici.

Boom del car sharing, car2go pioniere

Il boom vero e proprio è stato quello del car sharing se si pensa che il lancio al grande pubblico del servizio è avvenuto nel settembre 2013 a Milano da car2go, che in poco più di un anno ha raggiunto quota un milione di clienti tra il capoluogo lombardo, Roma e Firenze. Anche il servizio Eni Enjoy ha riscosso enorme successo: invece delle smart, i 185 mila iscritti si muovono con Fiat 500 e 500 L, e hanno raggiunto quota un milione e mezzo di noleggi (dati di novembre 2014). Senza contare l’arrivo di Twist con le Volkswagen Up!, il primo car sharing a 5 porte, e le piattaforme di condivisione del viaggio come car pooling o BlaBlaCar.

Sparisce il navigatore satellitare

Sempre per quanto riguarda la mobilità, tra le cancellazioni del paniere Istat 2015 spicca il navigatore satellitare (insieme all’impianto hifi, al registratore Dvd e al corso di informatica). La diffusione capillare degli smartphone, unita a una maggiore presenza dei navigatori integrati nell’infotainment nuovi veicoli, ha soppiantato il GPS manuale da portare a con sè a bordo dell’autovettura. Il paniere Istat 2015 comprende un totale di 1.457 prodotti (erano 1.463 nel 2014), aggregati in 623 posizioni rappresentative (619 nel 2014): “L’aggiornamento – precisa l’Istat – tiene conto delle novità emerse nelle abitudini di spesa delle famiglie e arricchisce, in alcuni casi, la gamma dei prodotti che rappresentano consumi consolidati”. 

Qui tutti i dettagli sul paniere Istat 2015.

Foto ufficio stampa car2go