Finora non abbiamo avuto modo di raccontarvi per filo e per segno quello che è accaduto a Silverstone. Un riepilogo della gara giro per giro dovrebbe essere utile a comprendere la grande fatica sostenuta dai piloti. Vogliamo comunque provare a dare un voto alle performance di Webber, Alonso e Vettel, saliti sul podio. 

La Red Bull è una vettura molto veloce ma corre via e riesce a superare gli avversari soltanto se si dà gas e si spinge la monoposto a tutta quando il circuito lo consente. Ecco allora che la zampata di Webber entra nell’antologia dei momenti più belli di questa stagione.

Il pilota Red Bull, a pochi giri dalla conclusione del Gran Premio ci ha creduto ed ha superato lo spagnolo della Ferrari che, valutata la condizione dei suoi pneumatici, non ha potuto reagire e si è dovuto accontentare di limitare i danni prima di finire come in Canada. Per Webber quindi un bel 10 ed un ringraziamento per lo spettacolo che ci ha regalato.

Alonso ha fatto tutta la gara in testa e questo gli rende onore ma ancora una volta la Ferrari fatica nella gestione degli pneumatici mettendo a rischio la vittoria della gara. Forse lo spagnolo poteva tentare una chiusura sull’avversario e vincere il secondo gran premio consecutivo. Ci è mancato poco ma vista l’assenza del famoso quid gli diamo soltanto un bel nove.

Vettel, a differenza del suo compagno di squadra, non è stato mai convincente, nessuno lo avrebbe dato sul podio, figuriamoci se si poteva puntare sulla sua vittoria. E’ stato bravo a venir fuori dalla mischia ed è esemplare la tenuta della vettura, ma per il giovane tedesco non andiamo oltre il sette e mezzo.